Pagina:Chi l'ha detto.djvu/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[27-31] Affetti, passioni, gusti, voglie, abitudini 11

come scrisse Lorenzo Stecchetti (cioè Olindo Guerrini) nella ode A Felice Cavallotti (in Nova Polemica).

Essi al più potranno essere soggetto di un altro libro, al quale penseremo in seguito, non ora:

27.   Di libri basta uno per volta, quando non è d’avanzo.

poichè, potranno mancare gli editori, ma non gli autori e i libri da pubblicare:

28.   Faciendi plures libros nullus est finis.1







§ 2.



Affetti, passioni, gusti, voglie, abitudini





Che delle umane azioni debba più spesso cercarsi il principale movente nei gusti individuali e nel naturale desiderio di conseguire ciò che più piace, era già sentimento degli antichi:

29.           Trahit sua quemque voluptas.2

(Virgilio, Egloga II, v. 65).

30.   ....Progredimur quo ducit quemque voluptas.3

e un simile concetto era poi espresso da Dante in quei versi:

31.   L’anima, semplicetta che sa nulla,
Salvo che, mossa da lieto Fattore,
Volentier torna a ciò che la trastulla.

  1. 28.   I libri si possono moltiplicare all'infinito.
  2. 29.   Ognuno è tratto dal suo piacere.
  3. 30.   Avanziamo dove il piacere ognuno di noi guida.