Pagina:Codroipo - Dialogo de la caccia de' falconi, astori, et sparvieri, 1614.djvu/41

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


De’Falconi, &c. 23 do dunque da falconi pellegrini; come più nobili 3 0 fingo- Falconi lari per attione d ardimento, 0 malore 3 che qualunque-* df*quar"e altro eccello di rapina j dico, che tal falconi, i quali mengo- -forti fien 0 no di p affiaggio in quefio noflro paefe nel principio del mer- ditione!& no,naficono m Penante ne’più horridi 3 0 alpefirificogli de la natura * Caramanìas 3 che micini almare fi ritronano. jguefii fono prefi co 1 lacci hor ne le paludi di Marano, hor m quelledi Caorle, 0 hor m altri luoghi de la Patria con diuerfie altre induflrie, 0 inganni, 0 fono 1 migliori a parer mio,ctialtri 3 che [intronino. Ben amene,che nelpajfaggio,cb’ejfifanno per l Ifiole di Cipro,& di Candia, ne mengono molti prefi, tsn mandati in nane a Venetia-* per ficrutr con ejfi dtuerfì Prencipi, 0 Signori. ma non mi è paragone; perchè iprefi in quefia Patria-?, come più fr efebi, fono di molto maggior ifierien^a,0 malore dei namgati,0fianchi per lo pafi’aggto di tanti man: 0 tanto maggiormente, che quelli pigliati fiubito peruengono a le mani delfalcomero, 0fionogouernati con la diligenza, che ficonuiene. 0 a l’incontro queJh ignari di molte cofe 3 che paffandò tanto paefepotrebbono imparare,fono anco tmuaghati da molti finifin nel condurfi a Genetta,sì per lo continuo batter, onde rare molte amene chef conducano de le ali compiutamente integri, sì anco per la maluagita de pafii,de quali fono sforati a mangiare per la penuria, ch’a lungo miaggio fi [copre loro. Sono anco falconi pellegrini,che di Ponentefie ne mengono, 0 nafeonowe l’Ifiole di Danimarca blanda, 0 Fnfia. 0 di quefii ne-> fono molti prefi ne la Prujfia-», 0 condotti ne le bare a diuerfi