Pagina:Codroipo - Dialogo de la caccia de' falconi, astori, et sparvieri, 1614.djvu/81

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


De’Falconi, &c 6j ma- 3 Ù* fifone [otto una pezzetta-* di fanno Imo nouo con un cerotto di ojjacrozgi difiefiofiofra umfe%9$tta 3 la qua * le glt abbracci tutta la palma de la mano. & è buono per la proua, ch’io hò fatta,il tenir fipra lafianga,doue fiponeva a ripofare 3 un fiacchetto di mattone ben pedio 3 & fiale 3 & temrlo continuamente bagnato con l’aceto più gagliardo 3 & fiorte, che fi può hauerej. Alcuni tagliano fiotto limale de^» l’uccello 3 & cercano cauargh queigheffi. ma il medierò è affai peri colo fio di non jlr oppiarli 3 per ejjere i ghefifi cacciati tra neruetti de la mano.però è molto meglio tentare di asciugargli humori per uia de’ medicamentifiopradetti. &fiL» auenijje 3 che neldifigremire conprefìez$a,oueroper altro dificoncio L’uccello per dejfie alcuna unghia maefi ranfie gli rimane un poco del corno 3 fipuò fferareichefra no molto tempo I’babbia dì nouo a rifare ^. &btfogna primieramente fungergli ilfiangue^poiporgliper quato piglia l’unghia un poco di cuoio fiottile con un poco di cera noua ben fretto 3 sì che non lopofifia cauare 3 <ùr laficiar per alcuni dì in quefto modo. &guanrà 3 menando giufio l’unghia a fiuo luogo. & fi per fiorte non gli refiafife punto del cornetto, o 3 come noi diciamo 3 tugho fitroua un fiele di gallina 3 { 9 *fi pone in un fa cchetto di cuoio tantoché pigli l’unghia, un poco più oltre._? ben hgato fiopr a ejjagti fiagna incontanente il fiangue 3 & fra breue tempo comincia a menar giufio nouo cornetto. ma conuiene battergli rifletto per un poco di giorni. Sogliono ancoragli uccelli patir di filandre più 3 -& meno fecondo la natura loro } & i pafii, che nceuono: perchè