Pagina:Codroipo - Dialogo de la caccia de' falconi, astori, et sparvieri, 1614.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


74 De la. Caccia pe’ primi tempi del metterlo in uccellofempre una pernice •V incaciò che facendo fi uolare,ne fi potendo per qualche _* dificoncio reborir la pernice da lui fognata, onero,ingannato da lei Eccello mentre la cerca in qualche macchia,effaprima,che l,ofruscierò arrmifia lernta, & rubata uta, onero- offa,correndo in qualche parte, per difetto de* cani reborita non fia: alhorafa bifogno, eh e lo fruscierò, fatto leuar t’-uccello a la più ’-vicina brocca, lafci <-ufcir quella pernice, ch’egli ha urna in mano. &r fe troppo gagliarda foffe, le fia lenaia una pennato due per ala, a ciò che l 3 uccello alfi curo la pigli y habbia piaceres Jafiiandolo pafeerein terra di quel pafio caldo. ne però fi deue re fare di hauer ancora per ( due,ò tre uolte una pernice uiua y a ciò che,non potendo per qualche difgratia hauer piacere de la pernice di campagna y mentre però habbia fatto il debitofùo t l 3 habbia almeno da^s quella del carnìero. & a queflo modo, effendopoftì con piacere m uccello y fegmtan poi fiempre tutta lapaiffaa far bene,pur che lofruscierò non fa troppo ingordo. Òr uoglraL», farfare a l 3 uccello ptù di quello, ch<t^ può, non gli facendo quelpiacere,cheficonui.ene.er perchè molte uolte, mentre l’uccello,che ancor non fia ben fermato, habbia fognato,fe gli uà adojfò gridando con molti caualh, & cani, cr fi fa leuare,X5r andar lontano dal luogo,doue hà fogna to, & da ’ la ingordigia de 3 cani è leuata la pernice, %£, eff óndo lontano l’uccelloyejf a pernice,cheper faluarfi uà fempre al contrario del luogo,doue ha ucàuto andar l’uccello, piglia un l grandiffimo. uantaggioydoue che poi difficilmente, fe non fono