Pagina:Commedia - Purgatorio (Tommaseo).djvu/87

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


CANTO V. 74 luoghi, testimoni delle prime prove del valore di Dante, Infelice valore contro I fratelli, sono qui, come nel trentesimo dell’Inferno, ritratti con colori la cui slessa vivezza aggiunge alla mestizia del quadro. Dopo Buonconle ecco viene la Pia, nome gentile usilato In que’ tempi, che rincontriamo anco ne’ ricordi di quel Guidini gentile scrittore popolano. LA PIA.

concedere tre versi alla preghiera e tre alla narrazione del fallo, è

bellezza di quelle che si trovano, ma non cerche, e le manda quel Dio che manda i poeti. Aggiungo che il toccar della morie in due sole parole diafecemi Maremma, è bellezza, al sentir mio, più profonda del tanto lodato: Quel giorno più... U). Distenfiersi dopo ciò nell’lmagine dell’amore, è tanto più pio quanl’è delicata la modestia di quel Sàlxi colui.,. {*) cha accenna e non accusa; e rammenta l’altro; Dio lo si sa qualpoi mia vita fusi (5), che dice un’aura cara donna e bella del Paradiso, Piccarda. La già beala, e la destinata a salire, il male ricevuto toccano quasi con pudore; la dannata ci calca: Noi che linqemmo... Se fosse amico... Nosiro mal perverso.. Che mi fu lolla, e ’/ modo ancor mi offende... Ad una morte... Caina attende... (4). Aggiungo che quel pria è come un rimprovero alla seconda moglie del marito uccisore; che il rammentare Io sposalizio di lei vergine è un accennare al secondo matrimonio a cui la gioia schietta di quella cerimonia fu dal peccalo negala: né poteva Nello dare con tranquillo animo a Margtierita la gemma non più sua, se la Pia l’aveva portata nella sepoltura con seco. Delle voluti^ coniugali non tocca l’anima tradita; ma di quel ch’ogni amore ha più puro, e più lungamente a’ pii memorabile, la speranza. Cosi nel Vangelo Maria ci si presenta disposala ad un uomo che aveva nome Giuseppe; cosi nel quadro di Ratfaello il sacerdote avvicina la destra di Giuseppe per innanellare Maria. In quattro versi un’elegia, una storia, un dramma, ed un quadro i (i) Inf., V, t. 46. (3) Par, III. (2) Terz. 45. (4) luf., Y.