Pagina:Compendio del trattato teorico e pratico sopra la coltivazione della vite.djvu/183

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

o[ 180 ]o

acqua, e di flemma, che sono riunite colle parti spiritose. La sua forma ordinaria è quella di una bolla, all’estremità inferiore della quale se ne trova un’ altra meno grossa, rotonda, o conica, nella quale si mette del mercurio per tenere questo istrumento in situazione verticale; la parte superiore della bolla grossa termina con un tubo di sei otto pollici di lunghezza, e del diametro di due linee.

Nel 1773 la società reale di Montpellier propose per soggetto di prezzo, di determinare con un mezzo sicuro e semplice i diversi gradi di spiritosità dell’acqua-vite, e dello spirito di vino del commercio. La memoria del sig. Borie fu coronata, e il suo areometro, sebbene assai ingegnoso e preciso, non sarà mai generalmente adottato, perchè costa troppo caro: egli è di argento, e si vende sessantadue franchi. Le variazioni di temperatura portando una differenza nella densità dei liquidi, il sig. Assier-Perica à immaginato di aggiungere un piccolo termometro, che serve a riconoscere i diversi stati. Il suo strumento immerso nell’acqua, vicina a gelarsi, indicherà undici gradi, o un grado sopra il primo segno, che gli dà l’acqua stillata. Posto in seguito nell’acqua bollente, indicherà quindici gradi: così tutte le volte, che nell’inverno, o nella estate si vorrà giudicare perfettamente della qualità di un’acqua-vite, bisognerà riscaldarlo un poco per l’ inverno, e situarlo in luogo fresco l’estate, e ricondurlo sempre al segno costante dei dieci gradi del termometro 1.


  1. Quelli che vorranno procurarsi a buonissimo