Pagina:Compendio del trattato teorico e pratico sopra la coltivazione della vite.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

o[ 80 ]o

della perfetta maturità dell’uva. Si riconoscerà ai seguenti caratteri:

1. Il manico verde del grappolo diviene bruno.

2. Il grappolo diviene pendente.

3. Il grano dell’uva à perduto la sua durezza; la pellicola è divenuta sottile, e trasparente.

4. Il grappolo e i grani dell’uva si staccano facilmente.

5. Il liquore dell’uva è dolce, saporito, fisso, e viscoso.

6. L’inviluppo de’ granelli, divenuto negro, contiene una piccola mandorla ben formata, e matura.

Puossi mettere nel numero dei segni equivoci della maturità, la caduta delle foglie, che può essere provocata da qualche malattia, per circostanze locali, per la vicinanza dell’inverno.

In questo ultimo caso, si avrebbe torto ad allontanare l’epoca delle vendemmie, perchè un più lungo ritardo sarebbe nocivo all’uva, della quale diminuirebbe la grossezza e la bontà. Cionullostante per ottenere i vini liquorosi di Candia, di Cipro, e quelli di una parte d’Italia, si lascia, che l’uva si affienisca, e secchi sul ceppo. Questo metodo dispendioso, e di poco profitto non potrebbesi generalmente impiegare in Francia, nemmeno nelle più grandi vigne, dove si cerca nello stesso tempo la quantità, e la qualità.

In quei tempi già lontani, in cui le scienze non erano ancora, che il patrimonio di un piccolo numero di uomini, il ciarlatanismo abusando della credulità, aveva fatto accordare una grande influenza alla luna sopra tutte le nostre operazioni; si credeva