Pagina:Compendio storico della Valle Mesolcina.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

18

Osterie. — In tutte le Comuni lungo lo stradale della Valle si trovano osterie ed alberghi per comodo dei viaggiatori; ma le migliori sono in S. Bernardino, Mesocco, Lostallo, Grono, ed in Roveredo.

Fiere e Mercati. — In Mesolcina di fanno annualmente due fiere di bestiami, l’una in Mesocco nel primo giorno d’ottobre, e l’altra al 26 dell’istesso mese in Roveredo, ove si tengono pure sei mensuali mercati.

Poste. — Per il ricevimento e distribuzione delle lettere sono fissati in Mesocco, Grono e Roveredo. Dopo l’introduzione delle diligenze e poste a cavalli che attraversano la valle e avvicendano tra Coira e Bellinzona, esse sono rilevate in S. Bernardino, Mesocco ed in Leggia.

Linguaggio. — La madre lingua dei Mesolcinesi è l’italiana, e quantunque parlisi alquanto corottamente, il dialetto comune dei Vallerani viene cionnonostante più facilmente inteso dai Toscani che quello di qualunque altra vicina italica vallata.

Culto. — Il culto professato in Mesolcina è il cattolico, apostolico-romano, e la valle è sotto la Diocesi di Coira.

Instruzione. — Quasi tutte le Comuni della Mesolcina mantengono dei maestri di scuola per la necessaria instruzione dei figliuoli, meno la