Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/204

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
196 il lavoro della donna durante la guerra


le sofferenze di cui parlavano i feriti e gli ammalati; e raddoppiavano le cure e l’amore per recar loro sollievo e compensarli dei disagi passati.

Non parlo delle donne che supplirono i mariti, fratelli e figli nelle aziende commerciali, negli impieghi, e si assunsero responsabilità e lavori resi più difficili dall’inesperienza. Altre crearono laboratori e maestranze per dar lavoro alle operaie disoccupate e alle mogli dei richiamati e mostrarono delle altitudini che esse stesse si meravigliarono di possedere.

E il meraviglioso ufficio di notizie dove trovarono occupazione una quantità di signore e signorine! La loro opera non fu meno utile di quella delle infermiere, perchè se queste cercavano di sanare le piaghe fatte dal ferro nemico, quelle colle loro indagini, colla loro premura e il lavoro assiduo davano la speranza, il conforto alle madri, alle spose che chiedevano notizie dei loro