Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/65

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la donna nelle officine 57


salario ed emanciparsi della propria famiglia. Data l’attitudine che ha la donna per le faccende domestiche non foss’altro per essersene sempre occupata, se è intelligente, la sua opera può venire molto apprezzata nelle famiglie; e se riesce a collocarsi bene, la sua sorte è molto più invidiabile di quella delle sue compagne, che si logorano la salute lavorando la terra o stanno tutto il giorno rinchiuse in un’officina occupale costantemente in un lavoro meccanico.

Intanto le domestiche hanno un miglior nutrimento di quello al quale erano abituale fin dall’infanzia, poi vivono in case ben riparate, comode e qualche volta eleganti. Però prendono delle abitudini superiori alla loro condizione, al punto che si troverebbero molto male se non potessero continuare quella vita; si disamorano della loro casa disagiata, dei cibi semplici a cui erano abituate, e questo è un guaio come