Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume I (1857).djvu/341

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo secondo 333

poteva sostenere lo sguardo feroce di quegli indomiti nemici, sebbene fossero in ceppi.

Egli si trattenne più volontieri in altra parte della nave.

Fra le dieci indiane ch’erano state ritolte ai Caraibi, e poste a bordo della Graziosa Maria, si distingueva una giovane, cui il corpo elegante e il fare da principessa avevano fatta dall’equipaggio soprannominare perciò dona Catalina.

Guacanagari le indirizzò alcune parole di cortesia accompagnato da uno sguardo espressivo. Non ostante la differenza dei loro idiomi, si compresero molto bene e insiem convennero de’ fatti loro alla presenza di tutti, senza che alcuno se ne accorgesse.

L’ammiraglio offrì al cacico una rifocillazione; gli diede segni di confidenza e di amicizia come in passato; gli disse che voleva dimorare accanto a lui. Guacanagari rispose che ne andrebbe lietissimo; ma che quel luogo non era gran fatto salubre per la sua umidità.

Parlandoin di Dio, di Gesù Cristo, Colombo lo stimolava a farsi cristiano, e voleva sospendergli al collo una medaglia della Santa Vergine, che porterebbe in aspettazione di essere battezzato. Ma quando il cacico seppe ch’era un segno di religione de’ cristiani, vi si rifiutò: bisognò tutta la persuasiva insistenza dell’ammiraglio per farlo risolvere a conservare questa imagine di un culto contro il quale lo avevano sinistramente prevenuto le beffe e le rapine degli Spagnoli rimasti ne’ suoi stati. Nondimeno, a malgrado del suo desiderio di rispondere alle testimonianze di Colombo, pareva ch’egli soggiacesse ad una specie di violenza e d’imbarazzo, lo che sembrò di cattivo presagio. Il padre Boil trovò in ciò la conferma de’ suoi sospetti; e siccome la sua abitudine degli affari politici gli dava una specie di autorità, consigliò nuovamente di arrestarlo, appunto mentr’era a bordo. L’ammiraglio non volle consentirvi: si teneva sicuro dell’innocenza del suo ospite: n’erano ignoti i motivi.

Quantunque Guacanagari non comprendesse esattamente quello di cui si trattava, pure vedeva all’aria fredda e seria degli Spagnoli, ch’essi non erano più a lui favorevoli come nel primo