Pagina:Cumano - Considerazioni tecnico-economiche sulla ferrovia complementare da Treviso a Belluno per Feltre.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

19


ma il Mis, poscia il Cordevole a S. Vigilio. Così si avrebbero due ponti di piccola portata, invece di un ponte lunghissimo com è quello della postale a Bribano (met. 288). In questo modo Sedico andrebbe alla Stazione di S. Vigilio, che sarebbe quella di Agordo, percorrendo circa 2 chilometri della strada attuale, e Bribano approfitterebbe della Stazione di S. Giustina con quasi altrettanta strada. Questo tracciato riuscirebbe anche molto conveniente, qualora si consideri, che passando per Sedico noi arriviamo a Belluno con un aumento di sviluppo di 1500 metri e che dovendo poggiare a destra tornando nuovamente sul Piave, non si potrebbero evitare nè la valle di Sochieva nè il burrone presso Baldeniga, pei quali occorrono opere d’arte difficili e costosissime, oltre a che la strada dovrebbe sempre essere incassata contro una falda, contrariamente alle buone regole dell’arte e di economia. E poi bisogna pure tener molto conto d’avvicinarsi ad Agordo, scalo di minerali e fonte sicura di movimento alla Ferrovia. Del resto una tale questione non è da risolversi senza gli studi necessari di campagna e di tavolo, dai quali risulti la convenienza dell’uno o dell’altro tracciato. Io per le ragioni già dette, mi attengo intanto al superiore, che passato il Cordevole a S. Vigilio volgerebbe sotto Orzes, e distendendosi alquanto tortuoso presso Antole e Mares, scenderebbe a Belluno a nord della città, dove sulla pianura sotto Vignetta si collocherebbe la Stazione. Questa linea misura in totale partendo da Treviso e giungendo a Belluno circa chilometri 83 divisi come segue:

Da Treviso al Molinetto Chilometri 33,000
Dal Molinetto a Feltre " 19,000
Da Feltre a S. Giustina " 14,000
Da S. Giustina per Oregne a Belluno " 17,000
Totale Chilometri 83,000