Pagina:D'Annunzio - Laudi, II.djvu/162

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DELLE LAUDI - LIBRO

245sorridendo verso gli eguali?
Trapassi tu di là dal velo
a contemplar le cose eterne
con fronte indicibile ed occhi immortali?
Chi verrà dietro la tua ombra?
250Ah, per somigliarti
una volta, per esser degno
del tuo segno, innanzi ch’ei muoia
taluno di noi darà al rogo
l’error che l’ingombra!
255E arderà l’anima sua pura in un atto
come in un lampo arde il potere di un cielo.


D'Annunzio - Laudi, II (page 162 crop).jpg

- 148 -