Pagina:D'Annunzio - Laudi, III.djvu/244

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DELLE LAUDI - LIBRO


Quella che raccoglie
su la sterile sabbia
le negre foglie
della querce sacra,
35o Ermione,
creature dei monti
macere dal sale amaro,
cui rapì dalla balza
il vento e diede al flutto amaro
40che le travaglia
e le rifiuta?
Quella che guarda il faro
lontano su la rupe nuda
ove il flutto si frange,
45o Ermione,
l’insonne occhio ardente
che già volge i suoi fochi
per il deserto specchio
infaticabilmente?
50Quella che inclina
pensosa l’orecchio
su la conca marina
e ascolta la romba
della voluta
55e odevi la tromba
del Tritone che chiama


- 234 -