Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/135

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
  — —  

ECH

— 131 —

ECL

ÉC.IIAlltiUETTE 8. f. \ ed eliti, reietta, al- lotto. Luogo eminente, da cui si fa la guar- dia. V. f.CÉRITE.

Etili ELI.E l>K rois. Scala a piuoli. I.a (filale è composta di due staggi e di più pinoti.

A'main, A* incrudir. Scala a mono. E

fatta di corde c se ne giurano i Vigili.

1)'escaLADR, 1)k krmcaht. Scala di as- falto.

Dks dksskins. Scala de'disegni. È la se- sta parto del vero tra noi , cioè due pollici per piede per le artiglierie, o la quinta per le macelline. I.a scala lo|togra(ica è la ven- timillesima per le operazioni sul terreno e la 50 millesima sulle carte incise. Per le fortificazioni è alquanto diversa.

ÉCHELON s. m. Scaglione. È un modo di ordinare la milizia : Ira noi Scalone.

ÉCllÉNEAliX , ÉciiRMis s. ni. Canali. Ra- mi del condotto elle menano il metallo den- tro lo Torme. V. Conduit, Rigoles.

ÉC1IOPPE s. f. Ciappola, ugnella. Cesello quadralo per lavorare metalli a risalti.

ÉCLAIR s. ni. Lampo. Segnale istantaneo.

ÉCLA1RCIR v. a. Schiarire, diradare. Dicesi dello file quando sono mietute in battaglia; ma io preferirei il secondo vocabolo.

ÉCLA1HEH v. n. Soprarredere , specillare , speculare, spiare , esplorare. Ear la sco- perta , scoprir paese.

ÉtlLAlREliR s. m. Esploratore , riconosci- tore , spiatore , spccolatore , speculatore. I quali due ultimi vocaboli sono di stile no- bile. nò veggo ragiono che abbiansi a con- dannare. Come e dove si adoperino, ecco la difficoltà.

ÉCLAT s. m. Scheggia. Pezzo d'asta o di lancia rotta in battaglia , massime ne' tor- nei. V. Eclisse , Troncon.

ÉCLAT s. in. Sverza. Scheggia di legname. V. ÉCIIARDR.

De bombe. Scheggia di bomba. Cagio- nata dallo scoppio.

1)e c.bknadk. Scheggia di granata.

ÉCLATER v. n. Prorompere. Dicesi delle IV- le , c per figura signilica venire a certe risoluzioni improvvisamente.

ÉCLATER v. n. Scoppiare,crepare. Ridursi in ischegge un proietto vuoto o un cannonedi ferro per forza della polvere. V. Crever.

ÉCLISSE s. f. Scheggia nel primo significa- to. V. ÉCLAT.

ÉCLISSES s. f. Stecche , zeppe. So ne ponc- van quattro in ogni mortaio : nc'mortai alla Corner, siccome i nostri, sono affatto inu- tili. V. Armehens.

ÉCLISSES s. f. Zeppe. I cattivi armaiuoli ne pongon qualcuna nella cassa mal fatta per farvi combaciare la canna.Ma è facile

farle piegare e dicesi allora che la canna aspira [ pompe ).

ÉCLUSEs. f. Cateratta, cateratta. Apertura fatta per trattenere l'acqua c mandarla via a sua posta, etrovansene alcuno volte nelle fortezze per le inondazioni artificiali. V. Vanne.

ÉCLliSE s. f. Chiusino , saracinesca. Piastra di lamiera o di ferro martellato , di cui scrvesi il fonditore nell'atto del getto per dirigere il metallo. Quenoitllette.

ÉCLUSE s. f. Trae tesa, traversone. Opera elio attraversa il fosso verso il saturnio del bastione per tener pronte le inonda- zioni, ciò clic i Francesi dicono tendre e détendre l’inondazione. Il vocabolo chiusa è troppo generale. V. Hatardeaix.

De chassk. Di entrata.

De piate. Di uscita.

( Petite). V. Poire.

ÉCOINE . ÉCOI ENNE s. f. Raspino. Ra- sila scmitonda, con manico a gomito , di cui si servono gli armaiuoli accavallatori per formare gl' incastri.

A’ baci ette. Raspino della sbacchetta-

tura. È di ultimo lavorio.

A’ casosi. Raspino dall' incasso.

ÉCOl.E Distillerie. Scuola (l'Artiglieria. La quale può essere o reggimentale o spe- ciale. Le scuole reggimentali -oh olio in Francia: Metz, Strasburgo, Tolosa, Due, Ossonna , Lafèrc , Valenza c Renne.

I)' application. Scuola d’applicazione.

Dove gli alunni delle armi scientifiche ap- plicano le scienze fisico meccaniche alle pratiche della professione del cannoniere o dell' ingegnere. Ed anche lo Stato Maggio- re aver dee la sua Scuola.

Mii.itaire. Scinda mililare. Evvcno

una in Napoli , c non ò molto tempo pas- sato elio ve n'erano altre due, una in Paler- mo e l’altra in Precida.

Polvtecumql e. Scuola politecnica.

Questo nome preso il nostro Reai Collegio militare dal 181:1 al 1816. In Francia fu creata nel 1794 per opera di Monge.'

ÉCOPE s. f. Sassola . gotazza , rattizza. Specie di pala di legno per toglier l'acqua dalle barche . pontoni ed attrezzali.

ÉCOPE A' mais. Gotazzuola. Il a manico cur- io da servirsene con una inano.

ÉCOPE RC HE s. f. Mancina, (.'osi ciiinmaM una trave sostenuta da quattro venti per innalzar pesi verticalmente.

ÉCORCE s. f. Buccia » corteccia, scorza.

ÈCORCHEKv. a. Dibucci a re.

ÉCOTTAGE Di moyei . Sguscio del mozzo. Quo’ due incavi che dall’ uzzo o pancia ( boige ) vanno alle due estremità del mozzo.

Digitized by Google