Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/169

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
  — —  

GAT

— 165 —

GEN

Boiìt. Puntale.

Bracklets. Anelli.

Chapfb. Cappa.

Cu vette. Imbuto, bocchetta.

Dard. Mustacchio ; c fra’ Toscani arcione , battisasso. V. Foerreae.

— De fcsée d'artifick. Guarm'/ura, guer- nizione , guarnitura di razzo , o folgorane. Vi si comprendono o i petardi, o ie stelle granatiere o le raganelle o gli scoppi, che si mettono nel capitello, o altri minuti artifizi che nell'aria offrono alla vista tanti fuochi svariati c vaghi.

GARNITURES Ex feb.Ferramento.Tutto che bisogna per ferrare un'affusto o una mac- china qualunque. V. Femo re.

D’ab?ox. Randello. Parte della 6ella.

GARROTTER v. n.Aggratigliare.Allorquan- do un cavallo è malamente insellato va soggetto a questo.

GARROT s. m. Garrese, guidalesco , spalla e secondo il Grassi cinghiatura, l’arte del cavallo al sommo delle spalle.V. Cheval.

GARROT s. m. Randello. Bastone corto per istringere e serrar bene le funi. V. Bil- i.ot, Toirtoir.

GARROT s. m. Randello. Bastone ricurvo di pokeristi. V. Touilioir.

GASTADOIIR ». m. Guastatore. Soldato de- putato a spianare strade aprire passaggi trincee ed altrettali. V. Piosmer.

GATEAU s. m. Abballottatura , ballotto, pa- sticcio, migliaccio con Cellini. Difetto del- le fusioni quando il metallo si rappiglia nel- la fornace.

GATEAU s . m. Crosta. È quel materiale che attaccasi ai mortai da soppestare la polve- vere quando l'inaffìamento è scarso o non a tempo.

GATTE s. f. Cassa, paratia. Trinceramento fattodietro le cubie e innanzialle bitte per impedire l'entrata all’acqua.

GAUCHIR v. n. Imbarcare. Incurvarsi nella larghezza. V. Se déjeter.

CAULE s. f. Scudiscio, scuriccio, batocchio, bacchio. Piccola verga con cui si frusta il cavallo. V. Hoissixe.

GAV1TEAU s. m. Gavitello. Segnale da an- cora. V. Bocée.

GAZON s. ro. Piota, e secondo il Maggi lot- ta, Iota e piatta, caespes de’latini. I Fran- cesi hanno due specie di piote cioè roltis- sb e pa.vxeresse. I Piemontesi dicono tepa.

GAZONNERv. a. Piotare. Coprir di piotei parapetti allorquando mancasi di legnami per costruir salsiccioni.

GÉBEGàS s. m. Gebegì. Armaiuoli in Co- slantinopoli presso Santa Sofia.

GELIVURE s. f. Gelicidio, diacciuolo. Spac-

cature dal centro alla circonferenza,prove- nienti da forti gelate. V. Défauts do bois.

E.vtrelardée,Diacciuolo intralcialo.E

una corona di falso alburno cagionata dal- l'opera del sole e delle gelate; cioè si vede un alburno morto coverto di buona veste. V. Défaets DI' BOIS.

GENDARME s. m. Gendarme. Più antica- mente si disse uomo d' arme ( homme d'arme ).

GENDARMERIE s. f. Gendarmeria , gente dì arme. Ma la gente d' armo de' tempi di mezzo era di grave cavalleria, e la moder- na gendarmeria è un corpo composto di ca- valli c di fanti.

GÉNÉRAL s. m. Generale. Fra le primo di- gnità dell’ esercito , e ve ne sono di arti- glieria dell’ ingegnerie delle fanterie della cavalleria e della gendarmeria. Ne’ primi tempi fu un comandante in capo.

De brigade. Generale di brigata. Grassi

dice chiamarsi in alcuni eserciti maggior generale , maresciallo di campo in altri. A me pare non essersi usata in niuua parto d’Italia la prima voce. In Napoli al gene- rale di brigata corrispondono i due gradi di brigadieri e di marescialli di campo , che pare sieno la stessa cosa nell' essenza e natura loro.

De divisiox. Generale di divisione. In

Grassi è detto luogotenente generate, e noi lo chiamiamo tenente generale, i quali due modi mi sembran preferibili ; perocché si può ben essere tenente generale cnonave- re in comando una divisione.

Du geme. Generale del genio. Da Grassi

Ingegnere majjiore.ilquale vocabolo si po- co militare non è certo da adottarsi , nè il generalo degl’ ingegneri è il capo fra tutti, mapossonvi essere più e più generali.

Ex chef. Generale in capo , capitan ge- nerale, comandante supremo. V.Cafitaimì gé.vérae.

GENERALE s. f. Generale: anticamente rac- colta , nè è a confondersi coll’assemblea. Battuta di tamburo o suono di tromba. V. SoNNERIES, BaTTERIES.

GÉNÉRALISSIME s. m. Generalissimo. E divenuto un vocabolo di scrittura nobile.

GÉNÉRAI.AT s.m. Generalato. Diguità e ca- rica di generale , ma si usa per suprema capitananza.

GÉNÉTAIRE s.m. Giannettario, giannettie- re. Soldato spegnitoio armato di lancia ma- nesca . chiamata giannetta.

GENÉYRIER , GEMÉVRE s. m. Ginepro, coccola del ginepro.

GÉME s. m. Genio. È il corpo degl’ingegne- ri militari; fu stabilito da Vauban in Fran- cia , dal I.avcga c dal Winspcarc tra noi.

Google