Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/198

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 LUT — 194 — MAC 

to che si situa alla codetta ell’affusto o sull’estremo della lunga per unire i due quarti.

LUTTE s. f. Lotta, lutta. Era uno de’cinque certami de’ Greci, restituito in onore dai cavalieri de’ tempi di mezzo.

LUTTER v. n. Lottare. Uno degli esercizi bellici.

LUTTEUR s. m. Lottatore. Il quale giuocava alla lotta.

MACHE s. f. Succhiello.

MACHEFER s. m. Rosticci. Scorie del ferro lavorato al fuoco.

MACHICOULIS, Massecoulis. m. Piombatoia, piombatoio, caditoia, ed anche piombaia col Montecuccoli. Ed il Cicuta l’ ha chiamato eziandio buttafuoco. Canale praticato nelle antiche fortificazioni sopra un passaggio per difendere le porte ed il piede di un ramparo.

MACHINE À mâter. Mancina, grua. Macchina per inalberare le navi.

MACHINES Anciennes. Macchina antiche, macchine di guerra , che dagli antichi italiani vennero comprese sotto la denominazione collettiva di edificio, e più comunemente edificio. Le quali macchine riducevansi in sommo capo a queste:

-Balista. Balista. Gli antichi Romani l’usarono per gittare sassi gravissimi ed anche una o più saette, trasportandola sopra le sue quattro ruote. Nè è da confondersi con la catapulta, la quale scagliava frecce, nè con la spingarda, balestra, o balestrone le quali furon proprie della milizia italiana.La balista in somma ingrandi gli effetti della fionda.

-Bélier. Ariete, montone. Grossa trave ferrata ad una delle estremità, portata, prima a braccia, e sospesa poscia ad una forte antenna mercè catena.

-Bascule. Bacula. Opera di difesa ed’ inganno simigliante al trabocchello.

-Bascule. Altalena, altaleno. Venne adoperata da’Greci da’Romani e dagli Italiani i quali la chiamarono anche mazzacavallo. Era una forte trave puntata verticalmente, alla cui cima si bilicava un’altra trave, la quale portava all’estremità una gabbia.

-Bougon. Bolcione, bolzone. Grossa trave con la punta ferrata per dar nelle muraglie e ne’ serrami delle città.

-Bricole. Briccola. Macchina militare usata dagl'Italiani , simigliante alla catapulta de’ Romani.

-Carcamousse. Così chiamarono i Francesi il montone (mouton) sotto Carlo il semplice.

-Catapulte. Catapulta . e secondo il Foscolo carrobalista. Era di forma quadra con quattro pilastri di legno agli angoli ed

uno nel mezzo, al quale accomodavasi il canaletto per la direzione del tiro delle saette. Sicchè la catapulta aumentò i danni dell’ arco.

-Chat. Gatto. Nome dato dagl’Italiani alla vigna ed alla testuggine arietaria de’Ro- mani.

-Corbeau. Corvo. Macchina de’ Romani composta di una grossa trave appesa ad un castello ed armata di un graffio o uncino di ferro per afferrare e trarre a se le macchine de’ nemici. E fu anche una macchina militare navale a’ tempi della prima guerra punica , cioè un’ antenna di tre braccia infissa sulla prora della nave con una carrucola dalla quale pendeva una tavola armata di punte di ferro per piantarsi sulle sponde del naviglio nemico.

-Corbeau à griffe. Corvo a punta. E forse potrebb’ essere il corvo demolitori: di Vitruvio di cui non abbiamo la descrizione.

-Chausse trappe. Tribolo. Macchina di cui è rimasa un’imagine nel moderno tribolo per le brecce e la cavalleria.

-Corteau s. m. Lupo. V.Loup.

-Cranequin. Torno , tornio. Cilindro di legno forte, intorno al quale erano avvolte dall’ un de’ capi le corde della balestra.

-Dorybole. Specie di catapulta.

-Exostre. Esostra. Ponte di legno che dalla torre degli assedianti si abbassava sulla muraglia degli assediati per entrare nella città.

-Frondibale, Fundibale. Fionda. Lunga trave la quale muovevasi in un piano verticale intorno ad un asse fissato a due sostegni. In cima al braccio più corto eravi un recipiente capace di molte pietre ed al più lungo un contrappeso grave, tolto il quale venivan lanciati que’ proietti.

-Faulx. Falce murale. Grossa falce per disfare i parapetti ed i ripari volanti de'nemici, e s’ adoperava o per via delle braccia o siccome l’ ariete sotto la testuggine.

-Grillon. Grillo. Strumento bellico di legname del medio evo, con che si coprivano gli assedianti nell’accostarsi alle mura, come se stata fosse la testuggine di tempi più antichi.

-Grue, Gru, Grus. V.Corbeau.

-Harpe, Harpon. Arpagone, graffio, raffio , rampigone , ronciglio. V.Harpagon.

-Harpagon, Arpagon. Arpagone. Uncino di ferro di cui valevansi i Romani nella difesa , calandolo dall’ alto dalle mura ed aggrappando gli offensori e le opere loro. È l’harpago de' Latini.

-Hélépole. Elepoli , eliopoli , torre. Macchina greca e romana siccome una torre ambulatoria, che per la sua sterminata