Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/385

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 INT — 381 — LOU 

parola ghetri , e vi riusciva se un illustre Veronese di alto grado non vi si fosse opposto. La parola borzacchini proposta dal Lancetti non parmi ragionevole. Or potrebbesi credere che nell’aministrazione della purissima Toscana dicasi guetti ?

-Habit' Uniforme. Vestito: fra’ nostri dicesi più particolarmente uniforme, o meglio divisa: ed in Toscana giubba.

-Havre-sac. Zaino: in mezzo ai soldati napoletani mucciglia o sacco;ed in Toscana il dicono anche brisacca.

-Pompon. Rappa o nappa, nè mai la brutta voce pompò.

-Cchako, Tschako, Shako. Quasco , casco , gasco.

-Veste à manche. Giubbetta a manica. In Toscana la chiamano sottoveste con maniche , o giacchetta.

HACQUEBUTTE s. f. Arcobuso. I cronisti francesi quel nome diedero sulle prime a quest' arme portatile.

HALLEBARDIER s . m. Alabardiere. La Crusca lo fa corrispondere a spiculator de’Latini ; il quale era armato dello spiculum. In Sardegna ve n’ è una compagnia.

HARANGUE s. f. Aringa , arringo , aringo. Discorso fatto da un Generale o da un comandante qualunque a’ suoi soldati. Oggi è più usato lo scriverlo,e toglie il nome d’Ordre du jour , che potrebbesi rendere il più italianamente ordine di quel giorno.

HÉRISSON s. m. Ruota dentata. Ma se invece di essere i denti nello stesso piano della ruota, gli fossero perpendicolari, torrebbe il nome di rouet.

HORS DE SERVICE. Inservibile. È un epiteto che si appone negl’inventari, alle cose materiali, le quali possono essere di servizio (de service) o da ripararsi (à réparer).

HOUILLÉRE s. f. Carbonaia. Il ferro proveniente dal minerale delle carbonaie , che è un ferro carbonato terroso , è assai accomodato al getto de’ proietti di artiglieria.

HOUPETTE s. f. Parte della copertura de’ cacciatori di Affrica.

HOYAU (Pic). Piccone a zappa. I nostri soldati lo dicono zappapicco, ed in Piemonte zappapiccone, cioè la gravina de’ Toscani.

HUCHE s. f. Frullone. Specie di cassa in cui son rinchiusi i buratti di una tramoggia.

HUMÉCTATION s. f. Umettazione. Necessaria operazione da farsi al composto della polvere durante il battimento.

INTERVALLE s. m. Intervallo , distanza. Frapponesi fra’ battaglioni , gli squadroni, o le linee. Ma con maggiore proprietà l’intervallo è lo spazio fra le parti di una linea
di battaglia , e la distanza quello de’ membri che compongono una colonna.

JANTE s. f. Ceppo. Così chiamasi un pezzo di legno duro, il quale presenta una superficie convessa di certa curvatura , la cui freccia è alquanto minore di quella che si domanda nel piegamento della lama. Serve per batter due volte la lama col piatto.

JARDES , JARDONS s. m. Giarde, giardoni. Difetti de’ cavalli pe‘ quali si fanno inutili.

JARRETIÈRE s. f. Morsa, ed in Toscana giarrettiera. Legatura e corda sottile per operazione di forza.

JET s. m.Stelo. Così chiamasi nelle Fabbriche d’armi quella specie di forma cilindrica che ponesi nel foro del polo di un modello , appartenente a proietto vuoto per versarci il metallo.

LACERET s. m. Succhiellino, passatore, versina. Piccolo strumento di questa maniera, il cui diametro è di otto linee.

LAMINAGE s. m. Cilindratura. Passare sotto i cilindri di ferro le lamine dello stesso metallo per ridurle alle debite dimensioni.

LAMPAS s. m. Fava. Fève.

LÉGION s. f. Legione, così appellata, secondo Vegezio, dalla elezione.

LEVIER DE LA GAROUSSE. Vette della Garussa. Così chiamasi una macchina descritta da Belidor.

LISIÈRE s. f. Contorno di selva. Voce di topografia militare.

LISSOIR s. m. Lisciatoio. Officina dove lustrasi la polvere , ed anche quella botte guernita di sporgenza, perchè la polvere prima di seccarsi , acquisti un lucido ne’granelli , ed aumenti nella densità gravimetrica , mercè rapidi giri di venti a minuto.

LIGNE DE DÉFENSE. Linea di difesa. Allora quando la base d‘ operazione appartiensi ad un esercito , il quale anzi che muovere alla offesa, tiensi su le difese, toglie questo nome.

LIGNE DE RETRAITE. Linea di ritirata. Quella che vien seguita da un esercito per rendersi al sito dove vuole fermarsi.

LITHOBOLE s. f. Litobola. Macchina guerresca greca per lanciare pietre, ed appartiensi alla specie delle armi da trarre, cioè animate per via di balestre. V.Pétrobole.

LIVRET s. m. Libretto , libriccino , librettino, libricciuolo , libercolo. Fra i nostri soldati dicesi malamente libretta.

LONGUERINE, LONGRINE s. f. Pancone. Lungo travicello armato di una caviglia alla testa , onde si fa uso nella costruzione di un ponte a cavalletti.

LOUPE s. f. Abbeveratoio. Difetto di un al-