Pagina:Dalle dita al calcolatore.djvu/297

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
cronologia 275


1650 Leibniz e Newton mettono a punto separatamente i concetti fondamentali del calcolo differenziale.

1671 Leibniz progetta e costruisce la prima macchina calcolatrice capace di effettuare moltiplicazioni.

1731-38 Vaucanson costruisce i più famosi tra i suoi automi.

1741 Vaucanson viene nominato ispettore generale delle manifatture francesi, con l’incarico di sovrintendere al rilancio della industria della seta: dopo attenti studi introduce un sistema di cilindri forati per comandare i telai; questo sistema è derivato direttamente dai cilindri dentati usati per gli automi.

1745 viene brevettato il regolatore di direzione dei mulini.

1783 viene progettato il primo termostato.

1787 viene impiegato il pendolo centrifugo nei mulini a vento.

1790 Watt installa il pendolo centrifugo sul primo motore rotativo a vapore.

1800 Una commissione presieduta da Laplace mette a punto il sistema metrico decimale che si diffonderà nell’Europa continentale con le invasioni napoleoniche.

1804 Joseph Marie Jacquard costruisce un telaio comandato automaticamente mediante schede di cartone perforate, introduce cioè sulla idea di Vaucanson la possibilità di organizzare modularmente la sequenza dei comandi.

1820 Thomas de Colmar costruisce l’aritmometro, la prima calcolatrice costruita in serie.

1822 Charles Babbage realizza la «macchina differenziale» in grado di svolgere autonomamente calcoli scientifici ed astronomici.