Pagina:De Roberto - Gli amori.djvu/89

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


non più pregar le dame di accordar loro una danza, ma le signore e le stesse signorine costrette a supplicare i giovanotti perchè si decidano a muovere le gambe. La nicotina è preferita al ballo ed agli amabili ragionamenti. L’uso del tabacco segna un’èra di decadenza nella storia dell’amore. Io ho un amico che non va in casa d’una bella signora e che ha rinunziato a farle la corte e, molto probabilmente, ad ottenerne i favori, perchè da lei non si fuma... Alcuni, considerando che questi costumi datano dal principio del secolo, ne rovesciano la colpa sulla democrazia che, non soffrendo nessuna regalità, ha buttato giù dal suo trono anche la donna; altri se la pigliano col positivismo del nostro tempo, con la scienza che minaccia d’uccidere, dicono, la poesia. Io direi che nè la scienza nè gl’immortali principii dell’Ottantanove abbiano da rispondere del nuovo delitto; neanche mi pare che ci sia delitto, ma semplicemente reazione. Gli estremi si toccano, dice il motto. L’eccesso della reverenza accordata alle donne doveva naturalmente produrre presto o tardi un eccesso contrario. Poichè ne avevamo fatto una religione, dovevamo presto o tardi aspettarci lo scisma e l’eresia. L’idolo non poteva restare sempre sugli altari, la ragione doveva dire che l’oggetto dell’iperdulia era una creatura debole e misera più dei fedeli adoranti:

   La femme, enfant malade et douze fois impur...

Dalla prepotenza e dalla ferocia con la quale il maschio barbaro trattava la donna, noi passammo alla soggezione di Don Chisciotte per Dulcinea; il ridicolo che fece cadere la cavalleria errante doveva pure coinvolgere la cavalleria galante; allora un Alfredo de Vigny doveva cantare:

   Une lutte éternelle, en tout temps, en tout lieu,
   se livre sur la terre, en présence de Dieu,
   entre la bonté d’homme et la ruse de femme,
   car la femme est un être impur de corps et