Pagina:De Sanctis, Francesco – Alessandro Manzoni, 1962 – BEIC 1798377.djvu/370

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LEZIONI

Per il testo di tutte le lezioni ci siamo serviti, come s’è detto, del controllo diretto dei giornali La Libertà, Il Pungolo e L’Era Novella1. Quanto alle lezioni IX-XIII, pervenuteci nel duplice resoconto dei due ultimi quotidiani, abbiamo optato per il testo

del Pungolo (Torraca), in certo senso autorizzato dallo stesso De S.2 e generalmente più soddisfacente dell’altro sia per la ricchezza del materiale che per il rigore e la correttezza dell’esposizione3. Senonché la constatazione generale di una maggiore concisione degli appunti dell’Era Novella, è passibile di alcune eccezioni. A parte la registrazione più frequente di certi movimenti col-

  1. Nella Biblioteca Nazionale di Firenze abbiamo potuto consultare i numeri della Libertà, eccetto quelli del 3, 14, 20, 21, 22, 23, 27, 28 e 29 marzo, mancanti nella collezione; e l’intera serie dell’Era Novella. Nella stessa biblioteca abbiamo anche ritrovato le copie del Pungolo già esistenti nella Biblioteca Lucchesi-Palli di Napoli e lì consultate a suo tempo dal Cortese e successivamente da noi per la precedente edizione. Nella Biblioteca Provinciale di Avellino (Emeroteca Tozzoli) abbiamo consultato le copie della Libertà mancanti nella Nazionale di Firenze.
  2. Cfr. L’Introduzione al saggio su Leopardi, ed. cit., p. 1. Il De S. parla esplicitamente delle lezioni pubblicate sul Roma, ma tutto il contesto riguarda i tre primi corsi, e quindi anche quello sul Manzoni.
  3. Citiamo alcune scorrettezze dell’Era Novella: p. 219 r. 9: «il suo mondo morale e religioso non è quello di Goethe ecc.», Era Novella: «Il suo mondo morale e reale non è il mondo di Goethe ecc.»; p. 228 rr. 3-4: «chiamò tutto a nuovo esame, e pubblicò il Discorso sul romanzo storico», Era Novella: «richiamò a novello esame il suo romanzo e pubblicò il discorso del Romanticismo in Italia»; p. 247 rr. 23-24: «fin dal principio presenta un quadretto di genere», Era Novella: «vi presenta fin da prima una specie di quadro di getto»; p. 248 r. 1: «nella proporzione e armonia delle parti», Era Novella: «nella proprietà e nell’armonia di essa [rappresentazione]»; p. 249 rr. 8-9: «Torquato Tasso fu il poeta della reazione del Concilio di Trento», Era Novella: «Torquato Tasso infatti fu il poeta che sorse come reazione contro il Concilio di Trento»; ecc.