Pagina:Deledda - Il flauto nel bosco, Treves, 1923.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’agnello pasquale.

Il ragazzo stava seduto a studiare, ma tendeva l’orecchio per sentire se il padre tornava, perchè al padre, terrazziere alla giornata spesso disoccupato avevano finalmente promesso un posto fisso, e da questo dipendeva forse l’avvenire del figlio.

Ci si erano messi di mezzo i preti, perchè il terrazziere era un uomo religioso fino alla semplicità; e dunque si sperava in bene.

Infatti l’uomo tornò a casa con un viso beato: aveva ottenuto.

Aveva ottenuto un posto di aiutante interramorti con lo stipendio fisso di lire cinquecento al mese, oltre le mancie.

La moglie lo guardava con ammirazione incredula, tanto la cosa, cioè lo stipendio fisso, le pareva straordinaria e bella: il resto non la riguardava.

Il ragazzo, invece, voltosi sulla sedia ad Dki.ethu. Il flauto nel banco.