Pagina:Deledda - Il flauto nel bosco, Treves, 1923.djvu/241

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


bestia, l’altro spingeva or l’una or l’altra ruota.

Così il carro entrò nel giardino, mentre la signora si ricordava di aver letto anche questo in un libro: che solo l’uomo può essere di aiuto all’uomo quando questo dispera anche di Dio.

Qui comincia il secondo atto del dramma. La donna e l’uomo si guardarono. Egli si asciugava il sudore col dorso della mano, e anche lei si sentiva stanca di star lì dove cominciava a batter l’aria di tramontana.

— Be’ — domandò spiccia e chiara. — Il carbone si scarica qui o in cantina giù per la finestra?

— Qui, qui — disse l’uomo. — Non ho tempo.

Poi chiese di vedere la finestra della cantina.

— Badate — osservò la signora, conducendolo: — qui il viale svolta ad angolo e il passaggio del carro mi sembra difficile. Guardate bene prima di decidervi: a me piacciono le cose chiare.

L’uomo guardava l’angolo dove i due viali, piuttosto stretti, s’incontravano: uno era quello percorso da loro, l’altro si stendeva