Pagina:Deledda - Il paese del vento, 1931.djvu/201

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 195 —

significa tante cose, e, fra il silenzio improvviso degli astanti, declama:

— Dichiaro sinceramente che io ancora non mi ero accorto di aver sposato la Madonna della Seggiola; persuaso però di aver certamente impalmato una Madonnina.

Questa volta gli applausi furono davvero teatrali: finché io mi ribellai a quella che mi sembrava una canzonatura: e rivolta al signor Nele, quasi fosse lui il colpevole di tutto, gli dissi supplichevole:

— Adesso basta, signor Nele.

E il signor Nele, che con la sua alta persona supera la folla intorno al nostro tavolino, si volge di qua, di là, batte le mani, che di tanto che son grasse non fanno suono, e con cipiglio minaccioso grida:

— Signori, a tavola!



Mi offrì il braccio, all’uso antico, l’ex sindaco del paese. Era un ometto più piccolo di me, di quelli della razza bruna,