Pagina:Deledda - La danza della collana, 1924.djvu/239

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Eppoi, mi permetta d'interrompere, signorina, e perdoni se io non mi sono bene spiegato; non si tratta di assistenza materiale: suo zio, lei può capire, ha tutti gl'infermieri e medici che vuole. È la sola presenza di sua madre che invoca: è il soffio della vita che vuole a lui intorno per credere ancora di sopravvivere.

FIGLIA

È questo il piú terribile: ancor piú di assistere i lebbrosi. Del resto egli non deve essere molto malato se ancora ha di queste illusioni: quelli che sanno di morire non amano, e non credono piú in nulla.

STRANIERO

Lei è dura, signorina, e parla come chi è stato sempre sano e lontano dalla presenza reale della morte.

FIGLIA

Ho veduto morire mio padre. Ma, non parliamo di me, prego; io sono fuori di causa.

STRANIERO