Pagina:Della Croce - L'historia della publica et famosa entrata in Vinegia del serenissimo Henrico III, 1574.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


de Gufmau, & per il Signor Marchefe dMymcnt Gommatore di Milano, il S ignor Don Tedro de foto Mayore. Dipoi,fm Maefià leuataft delle finestre, voljc andar à cena dal Signor Duca di Ferrara, facendofiportar tifino piato,&• entrata in Gondola con fua Ecccllentia IlluflrìJJìma, andò al fino palagio ^riccamente adornato d’oro,è difeta,con vna credenza, d’argenti, nella prima fiala fuperbijfima, di molto valorc,elacena fu lautijfma, dopò la quale le fu recitata vna ccrnedia affai ridicolo fa, che le fu di gran trattenimento è piacere. Et per non tralasciare cos’alcuna di dire al luogofino,deferiuerò alcuno particolare del palagio della Macttàfua, fituato nella più bella parte della Città, è del Canale grande, che rifguarda à lungo da tutte le parti di detto Canale, qual’era fiato regiamente adobbato per ordine della Sereniffma Signoria dalli Clariffirni, honoratiffmi Signori Leonardo Donato, Lorengo Bernardo & liberto Badoer.Nel primo entrar alla rippa, doti era fatto vno ponte quadre con molti gradi fopra l’acqua, che cingeua tutta la faccia della cafa, era adorno di belliflìmi fettoni con l’arme regie di fan Marco, è del Trencipe,&il filmile alla porta maettra da terra, ètapeggato per tutto di belliffvmi raggi, è jfialiere con vno cielo aguro tuttofiellato. "Nel primo appartamento di fopra, dotte alloggiaua il Signor Duca di Niuers adobbato di cuoi d’oro, è fpalicre finitime fatte a bofcaglies. Nell’appartamento fecondo di fua Maefià, nella prima fiala cuoi dorati cremefini beldiffirm con molti rafielli d’arme d’hafla, & archibugi d’intorno, è le flange regie addobbate riccamente d’alto à baffo,la prima,ch’cra l’anticamera,di tabi ni à mango bianchi d’argento, è cremefmi d’oro con frange di feta cremefma, è d’oro, con cortine d’ormefmo bianco alle finettre. Nelle altre, rafi turchini, è gialli, in altri velati pauonaggi in altre panni dì or e,&in altre continuatamente tapeg garìefiniffme,& cuoi d’oro di vago, è bello lauoro, & in tutte le fudette flange, & alloggia menti bellijfmi, e ricchiffimi finimenti di letti di broccati refiagni, è tela d’oro,è chi di feta con cortinaggi,&altri con padiglioni fatti à rete,di pretiofa opera, con coperte di feta, è d’oro di molto valore,è liniere dorate fuperbiffme con fue fedie dintorno cadauna ftanga, diveluto creme fino intagliate, & dorate di molta fpefa,è con fimi Baldachini di broccato, &’ altri di panno d’oro,è veluto cremefino riccio fopra riccio, opera molto vaga c ricchifsma, con frange di feta cremefma, è doro, & oltra quefiehabitatwnì, fendofi fattaproukione di circa 800. letti, prefe ancoramolt’altre cafe di particolari per la centrata, per vfo, è feruigio della corte, con tutte quelle commodìtà, e gran preparamenti fatti prontamente con ogni diligenga da gli nobili, & honorati Signori delle ragione vecchie Imperiale Contarmi, Giouanni Vendere, è Leonardo Cmo, appartenenti al vitto,& ad ogn’altra cofa neceffaria pe’l bifogno di ciafc’uno, battendo efsi battuto carice dalla Signoria Seremfsima di fpefare fua Maefià con tutti i fuói,che fi poteffero de fiderare,erano conueneuoli,è fi riccrcauano al feruigio dì Trencipe così grctde,è di tutta fua corteda cui prigione ordinari aera per 5 oo.in eirca bocche il giorno, nohauedo òtta degna Bjpublica tralafciato di fare alcuna, C cofa,