Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/505

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


p

marito, III, 50; l’omlira di lei, invocata, apparisce a Periandro, V, 92.

Hembllaro, di nazione Fenicio, figlio di Pecile, congiunto e compagno di Cadmo, occupa l’isola Calliste, IV. 147.

Hemnone, dio egiziano, da alcuni creduto effigiato nelle statue di Sesostri, II, 106.

Memnonia, altra denominazione dì Susa, e sede dei re di Persia, V, 53, 54; VII, 151.

Menare, figlio di Agi o padre di Leoticliide, appartiene alla stessa casa di Demarato, VI, «5, 71; Vili, 131.

Meoda, città della Palleiie, VII, 123.

Mendesio, denominazioni’ d’un Nonio egiziano, II, 42, 46; abitato dai Calasiri, 11, 166.

Hendesì, perché riservano le capre e inimolano le pecore, II, 42, 46; tengono l’irco in massima venerazione, II, 46.

Mendesla, una delle due loci nelle quali si divìde la foce del Nilo detta Sabennitica, II, 17.’

Mendete, nome col quale gli Egiziani designano il dio Pane e il capro ad un tempo, II. 42, 46.

Mene, il primo re dell’Egitto, II, 4; devia con una chiusa il corso del Nilo, fonda la città di Menfi, e vi dedica un magnìfico tempio a Vulcano, II, 89.

Menelao, re di Rparta, oltraggiato dal troiano Alessandro col rapimento della moglie Elena, li, 113; anche dai versi di Omero rilevasi che egli fu in Egitto, II, 116; racconta ai sacerdoti egiziani il fatto della guerra di Troia, II, 118; ritrova in Egitto Elena e le sue ricchezze involategli da AJossandro, II. 119.

Menelao, porto libico nel paese dei Giligammi, IV, 169.

Mensa del Sole, prato pieno di carni cotte, nel paese degli Etiopi Longevi, III, 17, 18.

Menfl, città dell’Egitto, II, 2, 3. 8, 10, 13, 97; da chi e dove fondata, e come assicurata dalle inondazioni del Nilo, II, 90.

Mese intercalare o bisestile nel compimento dell’anno presso i Greci, I, 32; II, 4.

MeonS^ antico nome dei Lidi, I, 7; VII, 74.

Meonì Cabalensl, altra denominazione dei Lasoni, VII, 77.

Meotlde Palude, IV, 3, 5, 57, 99, 101. 120, 123; quanto distante dal fiume Fasi e dalla Colcliido, I, 10 1; chiamata anche Madre del Ponto, IV, 86; essa è non molto meno grande del Ponto, tei; il Fasi chiamato fiume meotico, IV, 45.

Merbalo Iradlo, VII, 98.

Mercurio, come r.ippresentato dai Pelasghi e dai Greci, li, 51; suo tempio nella città di Bnbasti. II, 138; da Penelope genera Pano, II, 145; città di ilercurio (Ermopoli) in Egitto, li, 67; adorato massimamente dai re della Tracia, V, 7.

Merotrioi, le più belle convengono generalmente nella città di