Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/512

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Nancrari, magistrati pubblici in Atena, V, 71.

Nancrmte, famoso emporio di Egitto, II, 97; assegnato da Auias<

per abitazione ai Greci. Il, 178, 179; solito convegno dalle

più belle meretrici di Egitto, li, 135. Karl, anticamente eran tutte tìnte di rosso. III, 58: prore dell«

navi disegnate in figuro di Dei o ili animiili. III, 37,59; Vili,

88; navi lunghe da carico e da guerra, I, 2, I(,3; II, 102;

V, 81; VI, 48; VII, 21, 184; (^ostruzione e fornimento delle navi onerario degli Egiziani per la navigazione del Nilo, II, 96; navi trasportate per terra, VII, 24; qualità delle navi degli anticlii, VII, 188; navi lapaci al trasporto dei cavalli,

VI, 48; VII, 97; insegna della nave della regina Artemisia, Vili, 88; e delle navi dei Fenici, III, 37; e dei Sami, 111, 59; armamento delle navi de’ Chii, VI, 15; e delle navi dei Persiuni, VII, 184; nave Sidonia l’ostaatemente adoperatali» Serse, VII, 100, 138; Serse passa in Asia sopra una nave fenicia, Vili, 1 18; navi di Sidone e d’Alicarnasso considerate come le migliori di tutto il naviglio di Serse, VII, 99, 100; numero delle navi dei Persiani, VII, 89 e seg.: numero delle navi dei Greci nella battaglia di. \rtemÌ8Ìo e di Salamiaa, Vili. 1, 14, 44, 48; navi noleggiate dai Corinti agli Ateniesi p’T cinque dramme ciascuna, VI, 89, navi di forma rotonda e rivestite di cuoio, adoperate dagli. \rmeni che navigano a seconda del fiume Eufrate per recarsi in Babilonia, I, 194. navicelli costruiti con altrettanti internodi di canne indiaae. 111.98.

Navigazione dinrna, pari a settantamila orgie di cammino; e navigazione notturna, pari a sessantaniila, IV, 86; uavig.azioDi.necessaria a percorrere la lunghezza massima e la massinui larghezza del Pouto, iot; lunghe navigazioni incominciato primieramente dai Fenici, I, 1; i quali, per commissione di ’Seco re degli Egiziani, circumnavigano la Libia, IV, 42; triremi fatte costrurre dallo stesso re Neco per la navigazione del mare nordico, del golfo arabico e dell’Eritreo, II, 159; navigaziiini dei Cartaginesi, IV, 43. 196; navigazioni di luogo corso intraprese dai Foceai prima che dagli altri Greci, 1, 163; navigazione intorno. lU’Iudia, compiuta da Scilace Cariandcse per incarico di Dario, IV, 44; nuova circumnavigazione della Libia intrapresa da Sataspe per comando di Ser.se, IV, 4Jl: modo di navigazione a ritroso della corrente del Nilo, li, 29, 96; navigazione del Nilo da Elefantina a Meroe, e da Maroe al paese degli Automoli, II, 29-31; navigazione del flnm’’ Eufrate, I, 194.

Kanf^’apio dei Persiani coatro gli scogli del monte Ato, VI, 44: e vicino all’Eubea, VIII, 12 e seg.; naufraghi immolati dai Tauri, IV, 103.

Kaomachia, sj)ettacolo istituito da Serso, VII, 44.

XsDplla e suo territorio, VI, 70.