Pagina:Delle notti di Young traduzione di Giuseppe Bottoni e del Giudizio universale dello stesso Young.djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
110

IX. K O T T E.


L’IMMQRTALITÀ.


Prove Fisiche.


ARGOMENTO.



Sebbene la Religione, che a noi insegna essere il Mostra spirito immortale,, sia la piùc solida base su cui è appoggiata la speranza della felice Eternità; nondimeno per: convincerne anche i libertini raduna il Poeta le prove tratte dalla natura di verità così importante y e consolante* U interno* sentimento di noi medesimi; la facoltà di pensare; la perfezione della macchina umana; V accorta, intelligenza, eà invenzione m di mille utili cose > delle quali incapace sarebbe la nuda, e semplice materia: la dignità dell 9 uomo sopra tutte le cose create’ sono gli argomenti proposti dal Poeta per dimostrare essere in noi un pensante principio non materiale, e perciò, immortale .

Tacito ognun de* viventi, ognun’m’ascolti;
La Religione è tutto. È questa Dea.
Per sollievo* dell’uom dal Ciel discesa,
Nella sinistra man portando il Mondo-,
5In cui si nasce, e muore y e nelta destra;
Il Mondo che sarà. Questa è colei,.
Che l’uom sostiene, il fa di lui più grande v
’ Che dell’uomo l’origine sublime
All’uom fa certa, ed assicura il vero
10Pregia della virtù, che in seno ei porta»[qt
questo di miseria Y e d’incostanza
Trista soggiorno, ove la morte impera,
Da questa Diva illustre all’uomo un’alma,
Che nell’opere sue somiglia yn nume,
15Kterua provvidenza alta infinita,