Pagina:Delle notti di Young traduzione di Giuseppe Bottoni e del Giudizio universale dello stesso Young.djvu/137

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

NONA NOTTE. 111

Grande immortalità!. Questa è la base
Ch’urto non teme, a cui fidar si dee
Ogni nostra speranza:. il resto è solo Un
tempestoso mar perfido fiero,.
20Che sotto i pie apre, e ci sommerge.
Ogni passion, ch’è rea nell’uomo, esclamar
L’esser dell’uom perisca*. Ah folle, alt vano
Empio deòio, di cui l’orgoglio* è- padre,
L’esistenza è il trasporto e il gran trionfo*
25Di quest’anima mia: vivere ancora,.
Esister sempre è quella brama accesa,
Che il mio cor senza posa e forma, e nutre»
Msl che poss’io bramar d’essere? Ali immergi,.
Lorenzo, immergi il guardo entro- gli abissi
30Dell’eterno avvenir l’e nell’estrema - Parte
di questo un sommo ben rimira t
Che con fulgida destra i fonti schiude
Della felicità: che a gran torrenti,
Versa ovunque il piacer dall’urna sua,
35Che del soave timor sempre trabocca.
L’uomo per tempo immenso l’a cui succede
Tempo, che fui non ha; quest’ombra errante,.
Che nell’ora medesma e nasce, e muore:
Quest* esser fral, che in ogni notte al sonno
40Chiede il vigor,, che un solo dì gli tolse,
Vivrà nello stupor,. ne’ bei trasporti ’ ’
Del piacer y dell’amor f tutto per sempre «>
Scorrerà l’infinite:. ogni tesoro* " *’!
Godrà di quello, e crederassi un numeAli’
45eterno Signor prestando o/iiaggio
Tu che d’un sol momento arbitro in questa
Terra non sei, che fragil sei quai fiore
D’un tuo giardin, che come il vento appunto
Ti mostri, e passi, un dì sarai di tutta
50L’eternità signor, ricco di quanti
Beni può dar l’onnipotenza eterna.
No, che iuuno giammai tra noi compresi.
Nè quanto è generoso un Dio, ne quanto
È grande l’uom della virtude amico.