Pagina:Diario del principe Agostino Chigi Albani I.djvu/169

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 161 — A. 1843


1843

GENNAIO


Mercoledì 4. — Oggi il pur troppo famoso ab. Abbo è comparso per la seconda volta nella seduta del Tribunale, che si è adunato anche questa volta dentro Castel S. Angelo.

Mercoledì 11. — Corre voce che questa mattina sia seguita la degradazione del prete Abbo, come aveva ordinato il Papa nel caso che venisse giudicato reo di delitto turpe (il che si dice sia accaduto nella seduta criminale di mercoledì scorso) per essere poi giudicato come laico sugli altri delitti, di cui è accusato.

Giovedì 12. — Oggi si mette in dubbio che seguisse ieri la degradazione dell’abate Abbo.

Domenica 29. — Avendo il celebre prete Abbo ricusato ostinatamente di prestarsi (se non costretto dalla forza) alla sua degradazione secondo il rito della Chiesa, si assicura avere il Papa ordinato che prescindendo dalla cerimonia gli si legga il decreto della degradazione, e quindi si vada avanti nella processura. Si dice comunemente che l’intimazione del decreto sia seguita in questi giorni passati.


FEBBRAIO


Giovedì 9. — Questa sera a Tordinona è andata in iscena una nuova opera intitolata il Nabuccodonosor, musica di un tal maestro Verdi, che ha piuttosto incontrato, contro l’aspettazione.

Domenica 12. — È voce comune che nella seduta del Tribunale criminale tenuta ieri in Castel S. Angelo l’ex prete Abbo fosse condannato alla pena dì morte. Se è vero quanto si dice questo scellerato, ben lungi dal dare alcun indizio dì ravvedimento, continua nelle più perverse disposizioni.

Domenica 19. — Questa mattina sono andato a vedere il nuovo altar maggiore del Gesù. Tutti lo trovano ricchissimo, com’è dì marmi, ma a molti comparisce molto basso, difetto, che si attribuisce all’aver dovuto l’architetto adattarsi all’altezza delle colonne di giallo antico, che si sono riposte in opera.

Martedì 28. — Ieri sera al teatro Metastasio essendo ca-