Pagina:Diario del principe Agostino Chigi Albani II.djvu/132

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
A. 1854 — 1855 — 132 —

di tutti i Vescovi esistenti attualmente in Roma, che ascendono (non compresi i Vescovi Cardinali) al numero di 146.

Venerdì 8. — Questa mattina il Papa ha fatto il Pontificale a S. Pietro, a cui sono intervenuti 50 Cardinali e più di 150 Vescovi ed Arcivescovi. Inter Missarum solemnia ha pronunziato il decreto con cui vien deciso che la Concezione Immacolata della B. Vergine deve tenersi come Dogma della Chiesa Cattolica. Subito seguita la pubblicazione si è fatta la salva di Artiglieria dal Castel S. Angelo, ed han suonato per un’ora tutte le Campane. — Questa sera si è fatta anche l’illuminazione della Cupola.

Domenica 10. — Il Papa questa mattina è andato a consacrare la riedificata Basilica di S. Paolo, benché non ancora compita. Il concorso è stato grande malgrado il tempo sia stato sempre minaccioso.

Mercoledì 27. — In questi giorni è principiato il trasporto della colonna, che giaceva da tanti anni nel cortile del Palazzo di Monte Citorio e che ora si deve innalzare in Piazza di Spagna, in Faccia al Collegio di Propaganda, in memoria della dichiarazione del Dogma dell’Immacolata Concezione della B. Vergine.

Sabato 30. — La colonna, giunta al suo destino, è stata collocata nella così detta piazza Mignanelli, ove subirà gli opportuni restauri.


1855

FEBBRAIO


Mercoledì 14. — Oggi si è avuta la notizia della morte del Duca di Genova, fratello del Re di Sardegna, seguita ai 10 corrente. Egli è il terzo che in pochi giorni ha perduto la Casa Reale di Savoia.

Mercoledì 28. — Un Editto della Segreteria di Stato, in data di ieri l’altro, restituisce l’intiera franchigia ai Porti di Ancona e Civitavecchia, come la godevano prima della legge del 1° Febbraio 1850, che resta perciò abrogata.