Pagina:Diario del principe Agostino Chigi Albani II.djvu/133

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 133 — A. 1855

MARZO


Martedì 6. — Questa sera sulla torre del Campidoglio è stato fatto l’esperimento di una luce elettrica, che risplendeva molto bene.

Domenica 11. — Oggi è partito il 21° reggimento francese d’infanteria per Civitavecchia, onde imbarcarsi immediatamente per l’Oriente.


APRILE


Giovedì 12. — Il Papa è andato questa mattina alla tenuta dal Coazzo fuori porta Pia, di proprietà di Propaganda a vedere l’antica chiesa e sepolcro di S. Alessandro Papa e Martire, ivi ultimamente disotterrato; e quindi a pranzo a S. Agnese fuori le Mura con sei Cardinali (Antonelli, Patrizi, D’Andrea, Marini, Schwarzemberg ed il Patriarca di Lisbona) il Generale in capo francese, un Generale austriaco ecc. Dopo il pranzo il Papa è passato ad una Camera contigua, ed ivi nell’atto che ammetteva al bacio del piede i Seminaristi di Propaganda, uno dei travi che sosteneva il pavimento della camera si è rotto nel mezzo, e tutta la comitiva di più di cento persone, compreso il Papa è caduta in un sottoposto tinello in mezzo alle macerie; fortunatamente la rovina del pavimento, non essendo stata precipitosa non vi sono state disgrazie estremamente fatali da compiangere.

Sabato 25. — Sulla piazza del Popolo questa mattina è stato dato il castigo del Cavalletto ad un malvivente (cognito ladro) come uno dei rei autori del disordino accaduto Domenica scorsa in occasione della tombola1. Si dice che altri correi abbiano subito la stessa pena alle carceri.


MAGGIO


Domenica 6. — Oggi tra le 5 e le 6 pomeridiane il Card. Franzoni, Prefetto di Propaganda ha fatto la funzione di

  1. Il 22 dello stesso mese, mentre in piazza del Popolo si estraeva tombola, a beneficio degli Orfani del Colera, nacque un gran trambusto di cui nessuno seppe dersi la ragione.