Pagina:Diario di Nicola Roncalli.djvu/108

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 diario roncalli

»Il Battaglione Melara, cogli artiglieri di Civitavecchia, è a Bracciano disarmato. Sente il dolore del non essersi ritirato se non altro da Civitavecchia, quando la difesa parve impossibile, ed implora armi per potere riabilitarsi con un fatto, prima di rientrare in Roma. Armi non vi sono e darei il sangue per averle.

» Sapendo essere diramata nuova dell’ingresso di una colonna napoletana in S. Benedetto, Provincia di Ascoli, credo opportuno dirvi che non è vero.

» I Napoletani si mostrarono solamente in numero di 50 a Monte S. Polo per proteggere la fuga di un arciprete sui confini da quella parte.

»La truppa napoletana non si è ingrossata.

»A Genzano i regi hanno commesso orrori.

» Prima di rientrare in Roma Garibaldi ebbe uno scontro nel quale, per 4 perduti da parte nostra, 30 uomini furono feriti e morti dalla parte del nemico.

» Neppur l’ombra di comunicazione scritta o stampata dal generale Oudinot.

» Se avremo comunicazioni l’Assemblea le saprà.

Il Triumviro

Mazzini».



repubblica romana


L’Assemblea Costituente Romana in nome di Dio e del Popolo decreta:

«Qualunque funzionario civile o militare il quale in faccia al pericolo abbandona il suo posto o non eseguisce gli ordini del Governo, è dichiarato tra-