Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/97

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

95

quista di una Piazza, di cui non sapessero altro che il nome. Se il bersaglio è fuori di mire, se non si discerne, se non si è mai veduto, è difficile il colpir giusto, anche che l’arte, e l’esercizio non mancassero.

Preoccupati essi secondo la condizione loro a favore della Plebe Urbana stimano, che fosse effetto della semplicità dell’antico Popolo Romano, l’ammettere, che faceva a consiglio le Tribù Rustiche, privilegiandole in modo, che la fortuna, e il mantenimento della Repubblica dipendesse totalmente dalla loro decisione. E vedendo che la sola Città di Firenze colle sue Arti, ed il Porto di Livorno col suo Traffico adunano più ricchezze, più contribuiscono al Regio Erario, che tutte le altre Città, tutte le Campagne della Toscana, all’accrescimento di quests due ristringono la loro premura.

Lo Stato di Siena non può reggersi, la Maremma è di peso: sono parole di qualche Ministro, che dovrebbe aiutarli più di