Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/206

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

imbriago disfà, briaco cotto, briaco fradicio, trimo — e il Cecchi: ,.Ha tre sorta D’ebrietà: allegro, flavo e trimo. Allegro è quando e’ si bee e ribee Fin che si mette un • pò ’1 cervello in fresco, Come fa la ’nsalata nel catino: Flavo quando incominciano a ingrossare i capelli, e che e’ van per l’aria certi Moscherini: trimo è poi quand’uno Abbraccia l’orso e fa là ricevuta.“

Imbriagon, sm. bevitore, briacaccio, ubbriacone.

Imbrocada, sf. imbullettamento; met. broccata, imbercio. lmbrocar, va. borchiare, imbullettare; met. colpire; indovinare; imbroccare; percuotere in che si sia, — dar nel brocco; no imbrocarghene una, met. non infilarne una.

Imbrodar, vn, di cui si usa la sola voce imbroda nella loc. prov. chi se loda se imbroda, chi si loda s’imbroda, — chi si vanta si spianta, e col cantor d’Orlando: L’uom che sè stesso loda si vitupera..

Imbrodolada, sf. imbrodòlatura.

Imbrodolar, va. imbrodare, insozzare, insudiciare, intridere, lordare, sporcare.

Imbroiada, sf. agguindolamento, frode, gabbamento, giunteria, imbrogliamento.

Imbroìar, va. abbindolare, aggirare, agguindolare, ciurmare, frodare, gabbare, giuntare, imbrogliare, — incartocciare le vecce per pepe; vnp. avvilupparsi, confondersi, imbrogliarsi, impappinarsi, infrancescarsi, infrascarsi, infruscarsi.; imbroiar zogando, barare; imbroiar dandoghe al aversario una de le nostre carte e tignindose la sua, schiavare; imbroiar lassando del svodo ne le misure — del carbon, ecc.: fognare la misura.

Imbroiazo, sm. imbrogliaccio.

Imbroio, sm. barreria, frode, imbroglio, inganno, trufferia; met. ginepraio, imbarazzo, intrigo, prunaio, viluppo;, cow imbroio, con imbroglio, imbrogliatamente, intrigatamente.

Imbroion, agg. e sm, aggiratore, armeggione, barattiere, cabalone, frodatore, frodolento, giuntatore, imbroglione, e con locuzione poetica: artefice di frodi, o artefice d’inganni; imbroion al zogo, baro.

Imbrunidor, sm. imbrunitore.

Imbrunidura, sf. brunitura; imbrunitura.

Imbrunir, va, brunire: — ,fòrbici d’acciaio brunito;“ va. e vn. abbrunare, abbrunire, imbrunire: — „ Andiamo a casa prima che abbrunisca.“

Imbrutir, va. imbruttire.

Imbunimento, sm. interramento.

Imbunir, va. colmare, interrare.

Imbusar, vn, imbucare, incantucciare, riporre; vnp. imbucarsi, impiattarsi, intanarsi, rintanarsi.

Imbutida, sf. lo stesso che imbotida.

Imbutirar, va. imburrare.

Imbuzarar, ««., imbuggerare; vnp. imbuggerarsi, infischiarsi, e imbudellarsi, eh’ è scambio onesto del disonesto e triviale: imbuggerarsi, — ridere di che si sia.

Imbuzular, va. accerchiare; acchiocciolare, acciambellare; aggomitolare, •— ravvolgere nelle spire.

Imedesimar, va. immedesimare.

Imiserir, vn. depauperare, impoverire; anneghittire: — „Famiglia depauperata,.“ — „Piante anneghittite.“

Imitador, sm. imitatore.

Imitar, va. imitare.

Imitazion, sf. imitazione.

Imorbidir, va. addolcire; ammorbidare, ammorbidire.

Impacada, sf. impaccatura.

Impacar, va. appaccare, appacchettare, impaccare,

Impachetar, va. affardellare, appacchettare; agguantare; arrestare; ammanettare.

Impaciugada, sf.. imbrattamento, imbrattatura; lordura, sozzura.

Impaciugar, va. imbrattare; insozzare, lordare; impacciucare,

Impadronir, va, impadronire; vnp. farsi padrone, impadronirsi, impossessarsi.

Impaginadura, sf. impaginatura.