Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/340

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
PEI - 339 — PRO

di primo lancio; el primo capo, met. la cosa principale, l’esenziale; chi xe el primo no xe l’ùltimo, loc. prov. chi è prima al mulino e primo macina, — chi primo arriva prima macina, — chi primo arriva e quello macina.

Prinzipal, agg. e sm. esenziale, principale.

Prinzipalmente, avv. principalmente.

Prinzipato, sm. principato.

Prinzipe, prinzipin, sm. principe, e poet. prence; star, o viver come un prinzipe, stare, o vivere come un principe, — stare in barba di miccio, o stare a pampana, — stare poccioso, — stare bene al pollaio.

Prinzipesco, agg. principesco.

Prinzipiada, sf. incominciamento, iniziamento.

Prinzipiante, smf. esordiente, principiante.

Prinzipiar, va. cominciare, principiare; prinzipiar una calza, dar l’avviatura alla calza; prinzipiar ben e finir mal, le susine diventano bozzacchioni.

Prinzipio, sm. inizio, principio; poet. aurora, ma vale soltanto per principio di certe cose, p. e. l’aurora del cristianesimo, l’aurora della civiltà, della vita; dal prinzipio, abinitio, dal principio; dal prinzipio al fin, dall’a al bus, — dall’a al fio, dall’a alla zeta, dall’a al ronne, — dal principio al fine, — dall’alfa all’omega; cominziar qualcossa dcd prim.o prinzipio, v. cominziar; ogni prinzipio xe difizile, v. difizile.

Privar, va. privare.

Privazion, sf. privagione, privamente, privazione.

Privilegiar, vn. privilegiare; accordare a chi si sia un privilegio.

Pro, sm. prò; giovamento, utilità; bon prò faza, buon prò faccia; dar el bon prò, dare il buon prò; che bon prò te, \ o ghe fazi, met. buon prò ti, o buon prò gli faccia; el prò e el contro, il prò e il contro; senza prò, infruttuosamente, — in vano; — senza prò; roba robada no fa bon prò, prov. di quel che si ruba non s’ha a sentir grado, — quel che vien di ruffa in raffa. se ne va di buffa in baffa, — della roba di mal acquisto non ne gode il terzo erede, — chi mal raduna tosto disperde, — chi si calza di quel d’altri, non si veste.

Procaziar, va. cercare, procacciare, procurare.

Proclamar, va. proclamare.

Proclamazion, sf proclamazione.

Procurar, va. arrecare; procacciare, procurare; badare, considerare, guardare; procacciarsi — detto d’affetto, di benevolenza, e simili cose: cattivarsi: --- „ Cattivandovi la sua simpatia potete calcolare sul suo valido appoggio.“

Procurator, sm. procuratore.

Prodigalizar, vn. prodigalizzare, scialacquare, — usar prodigalità.

Produr, va. producere, produrre; met. cagionare, far nascere, o far succedere.

Produzion, sf. produzione.

Profanar, va. profanare.

Profanator, sm. profanatore.

Profanazion, sf. contaminazione, profanazione.

Proferir, va. esibire, offerire, offrire; proferire.

Profesar, va. professare, far professione.

Profesion, sf. professione.

Profesor, sm. professore.

Profeta, sm. profeta; fem. profetessa; esser profeta, met. essere indovino, o essere profeta; nessun profeta in patria, m. prov. nessuno è profeta nella sua patria, che si dice co-, munemente con modo latino: nemo propheta in patria.

Profetizar, va. presagire, profetare, profeteggiare, profetezzare, profetizzare, vaticinare.

Profitar, va. approfittare, profittare, — far profitto.

Profumar, va. profumare, —- dare il profumo, — spirare odor di profumo; vnp. profumarsi, — spargersi con profumo le vesti, ecc.

Profumier, sm, profumiere, profumiero.