Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/373

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
SAN — 372 — SAR
gue, v. gratar; no se poi cavar sangue del ir,uro,.v. muro; el rider fa bon sangue, v. rider.

Sangueta, sf. zi. anellide di due specie: la mignatta, o sanguisorba medicinale, o sanguisuga — sanguisuga medicinalis, e la: mignatta officinale — sanguisuga officinalis; sangueta de mar, sanguisuga marina — sanguisuga muricata’, meter le sanguete,. applicare le mignatte; essere come una sangueta met. appiccarsi o attaccarsi come la gramigna, — appiccarsi come le mignatte.

Sangueter, sm. mignattaio

Sanguificazion, sf. ematòsi.

Sanguinar, va. sanguinare, — gemere, o stillar sangue.

Sanguinela, sf. bot; sanguinaria, sanguine, sanguinella — digitarla sanguinalìs.

Sanguinoso, agg. sanguinolento, sanguinoso, cruento; non sanguinoso: .incruento.

Saniozo, sm. singhiozzo.

Sampagnin,s/w. disutilaccio, scannapagnotte.

Sanpiero, sm. zi. pesce S. Pietro — - zeus fàber.

Sanson (esser un), met. essere un Ercole, — essere un Sansone.

Santa, sf. santa; far la.santa, met. fare la monachina; acqua santa, v. aqua.

Santamaria, sm. zi. specie di coleottero.

Santificar, va. santificare; canó-nezzare, canonizzare,

Santificazion, sf. santificazione.

Santo, sm. saùto; i santi, la festa d’ognissanti; Santi de Viena, m. gioc. carta monetata austriaca; no. saver a qual santo votarse, met, non sapere dove . dar del capo, o non sapere che pesci pigliare; stufar i santi, o stufar i santi del paradiso, met. allentare lo straccale all’asino; aver i santi per tresso, met. avere il buco a rovescio, — aver le paturne: .— „Lasciatelo in pace, ha il. buco a rovescio oggi;“ aver una pazienza de santi, avere una santa pazienza: — ,.Docente che ha una santa pazienza,“ guardar i santi per tresso, met-, aver la vista,per mattonella; parer un santo, met. parere un santerello, — parere un santificetur; aver qualche santo, met. avere accosti, 0 aver buoni accosti: — „Chi non ha accosti il sapere non gli serve;“ tirar zo tuti i santi, met. attaccarla al ciel del forno, — tirar moccoli, o tirar sagrati; tuto’l santo giorno, met. tutta la santa giornata: — „Fu occupatissimo tutta la santa giornata;“ ai santi veci no se ghe impiza candele, prov. acqua .passata non macina più; andar zo tufi 1 santi aiuta, v. andar; santo in cesa diavolo in casa, v. casa; quando Dio. no voi i santi no poi, v. Dio; scherza> coi fanti e lasa star i santi, v. fante; pasada la festa gabato lo santo, v. festa.

Santoceria, Santociaria, sf. bacchettoneria, bacchettonismo, ipocrisia, santocchieria.

Santocio, agg. e sm. bacchettone baciapile, pinzocchero, santone, santocchio, schiodacristi, sputainferni.

Santola, sf; madre spirituale, madrina, santola; tu santola, e con efficacia maggiore: tu santola grega, specie d’interiezione, e talora d’imprecazione: cospettonaccio perdinci bacco; malan ti colga, possa tu assaettare — e simili, che Dio ci difenda.

Santolo, sm. padrino, santolo, santulo; aver santoli, met. avere’qualche santo dalla sua, o avere qualche santo in paradiso; chi ga santoli ga buzolai, m. prov. chi ha il santo ha anche il miracolo.

Santonico, sm. hot. santonina — specie d’artemisia, l’artemisia santonico de’botanici.

Santuzo, sm. santerello, santuccio.

Sanzion, sf. sanzione.

Sàpolo, sm. mar. imbono.

Saponaria, sf. Hot aro, condisi, saponella — saponaria officinalis.

Sarce, spf. t. mar. sarchie, sarte, sartie.

Sarciame, sf. sartiame

Sardela, sf. zi. sardina comune .-— clupea “ sardina; sardela su le man, spalmata; met. acciuga, allampanato, esile, mingherlino: — ,,Quelle signorine sono davvero tante acciughe;<; esser come le sardele, o esser come sardele in