Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CAT — 98 - GAY

el bon, e se fa più co le bone che co le cative, v. bon.

Catolico, sm. cattolico; che no xe catolico, acattolico, eterodosso.

Caus, s»w. bordello, confusione, contrasto, litigio, strepito, trambusto; far un caus, fare uno sproloquio, — levare il campo a romore, — fare un puzzo: — «Per un pò di mal di denti fa un puzzo che pare ’un finimondo.“

Causa, sf. causa; cagione; lite; fomite, incentivo; una zerta causa, una causaccia: — „Una causaccia da non ne sperar nulla di bene;“ avocato de le cause perse, v. avocato.

Causar, vn. cagionare, causare, esser causa, produrre.

Causeta, sf. causuccia: — „Una causuccia da non guadagnarcrsi l’acqua da lavarsi le mani.“

Cauto, agg. accorto, cauto, circospetto, guardingo, sagace; esser cauto, cauteggiare.

Cauzion, sf. cauzione, cautela, sicurtà.

Cava, sf. cava; cava de piere, pótraia— de fero, ferriera; — de sol fere, solfaia, solfanaria; aver, o esser la cava, met. avere il pozzo di S. Patrizio, — avere, o esserci la cava.

Cavada, sf. cavamento, cavata, cavatura, levata; concavità.

Cavadina, sf. cavatina.

Cavador, sm. cavatore.

Cavafango, sm. t. mar. cavafango, curaporti.

Cavaforme, sm. art. e mest. Iaccetto.

Cavai, sm. cavallo, corsiere, corsiero, destriere, destriero, palafreno, e per ischernO: antifrastico: bucefalo — nome del cavallo d’Alessandro Magno; de cavai, o de cavai, equino: — „Razze equine.“ — „ Testa equina;“ ippico: — „Esercizi ippici.“ — „Mostra ippica;“ che xe a cavai, equestre: — „Milizia equestre.“ — “Statue equestri;“ chi che xe amante dei cavai, cavallaio; cavai de sela, cavallo da -sella; cavai de tiro, cavallo da tiro; cavai de brum, a de cope, met. brenna, scuccomedra, scuccumedra, rozza, — cavallo arrembato; — de citi, mulo; — del mazélo — s’intende cavallo grande e forte con certe barbette a’ piedi: fregione, frigione; — buio, baiardo -- nome del cavallo di Rinaldo, cantato dall’Ariosto; — de monta, o cavai intiero, cavallo da monta, — stallone — l’opposto: cavallo evirato; e se conserva i testicoli ma è reso ciò non ostante impotente a generare: cavallo schizzato; cavai co la testa curta, cavallo accappucciato; — che ga taicida la coda e le recie, cortaldo; — che ga taiade solo le recie, bertone; — che ga taiada solo la coda, codimozzo: — „ Acquisterà un cortaldo, un bertone e un codimozzo;“ cavai che porta la testa- in fora, cavallo che va garziero; — che camina co le ponte de le zampe, cavallo rampino; — che se ciol per aiuto dei altri su per le rive, o per le strade cative, bilancino, trapelo — chiamasi cosi anche qualsiasi altro animale che serve a quest’uso; cavai amaestrà che se taca con un che se ga de amaestrar, marrone; — picolo de campagna, bidetto; — balzan del pie drito de drio, arzeglio; — balzan del pie drito davanti e del sinistro de drio, cavallo trastavato; — balzan del pie davanti e de drio de la stessa parte, cavallo travato; —- doprà assai poco, afferrante; — nudo, cavallo scusso; cavai de prima rota, cavallo di primo morso; — de seconda rota, di secondo morso; — de ultima rota, di ultimo morso; cavai favoloso co le ale, pegasèo, pegàso; cavai favoloso con un corno in mezo de la fronte, liocorno; cavai che per caminar meti avanti prima le do gambe drite, e po le ciò sinistre, o vizeversa, chinèa, — cavallo ambiante, — cavallo ehe va all’ambio; cavai marin, ippocampo, — cavalluccio marino — Mppocampus brevirostris; montar a cavai, inforcare gli arcioni, — porsi a cavallo; cascar de cavai, vuotare la sella e gli arcioni; cavai t. d’archit. puntone; cavai armà, t. d’archit. capriata; a cavai, m. avv. a cavalcione, a cavalcioni, a cavallo, a cavaliere; a schena de cavai, m. avv. a schiena d’asino, — modo che il beffardo popolo toscano sostituisce col: a schiena d’ingegnere;

{{FineColonna}

}