Pagina:Documenti principali relativi alla Strada Ferrata dell'Italia Centrale.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

< 68 >

[Pagamenti nel maggio e nel novembre.]

Art. 16. Tanto i frutti che i dividendi verranno pagati in due rate semestrali, cioè il primo del mese di maggio e di novembre di ciascun anno nelle piazze principali dove si troveranno agenti della Società.

[Sequestri non ammessi.]

Art. 17. La Società non ammette sequestri nè sul capitale, nè sugli interessi, nè sopra i dividendi delle azioni.

[Le azioni sono indivisibili.]

Art. 18. Le azioni sono indivisibili rispetto alla Società; quindi tutti i comproprietari di un’azione devono farsi rappresentare da una sola e medesima persona.


TITOLO III.
Del Comitato di costruzione e di amministrazione,
e del Comitato dirigente.

[Comitato di costruzione e di amministrazione.]

Art.19. La rappresentanza e amministrazione della Società risiede in un Comitato di costruzione e di amministrazione, al quale dovrà succedere in appresso un Comitato dirigente.

[Composizione del suddetto.]

Art. 20. Il Comitato di costruzione ed amministrazione resta in carica fino all’attivazione totale della strada. Esso è composto come appresso:


Professore Vincenzo Amici Presidente.

Carlo Schmitz, Vice Presidente.

Commendatore Luigi Ferrari Corbelli.

Bartolommeo Cini.

Paolo Lampronti.

Sansone d’Ancona.

Giuseppe De Montel.

Salvatore Caccianino.

David Levi.

Cavaliere Pasquale Revoltella.

Dottor Roberto de’ Filippi, Segretario.

Pietro Cini, Gerente.


[Elezione dei suoi membri.]

Art. 21. In caso di mancanza o dimissione di alcuno dei Membri che lo compongono, gli altri eleggono a maggiorità di voti il successore. È in loro facoltà di non farlo, purché