Pagina:Doni, Anton Francesco – I marmi, Vol. I, 1928 – BEIC 1814190.djvu/140

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
134 i marmi - parte prima


Alfonso. Al signor Giovan Vincenzo Belprato debbe andare, uomo reale e splendido!

Conte. Un altro al signor Antonio da Feltro e un altro al signor Giovan Antonio Pisano.

Alfonso. Tutti son mirabili intelletti e virtuosi gentiluomini. Io sono stato lá un tempo ch’io vi prometto che mai praticai la maggior nobiltá, creanza, gentilezza e cortesia.

Conte. La signoria vostra mi dia licenza.

Alfonso. Pigliatela al piacer vostro. A me accade d’andare a metter ordine agli academici di fare alcuni ragionamenti a questi Marmi, i quali sieno utili e piacevoli.

Conte. Andate, ché io mi raccomando.

Alfonso. A rivederci inanzi che vi partiate e a Dio.