Pagina:Dottrina dello Schiavo di Bari.djvu/16

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
14


          E se t’è detta la cosa secreta,
Non l’andare dicendo; tiella queta:
Non consentir lo male, anzi lo vieta
64                              Se tu puoi.

          Guardati di non far quello ad altrui
Che tu non vuo’ ricevare da lui:
Chi diserve dïe guardare a cui
68                              E ’l perchè.

          Io ti consiglio, figlio, in buona fè,
Giovar ti puote, se tu credi a me;
Servi di buono cor chi serve te,
72                              E falli onore.

          E guarda, se non se’ buon dicitore,
Non esser troppo gran favellatore.
Figliuol, quanto puoi fuggi lo romore,
76                              E non vi stare.

          Che dalli savi dè l’uomo imparare,
E colli buoni amici consigliare:
E chi non sa la via dè dimandare
80                              Del buon cammino.

          E guardati non credare a ’ndivino,
Ch’elli sa poco, e tu sapresti mino.
Siccome vedi fare al buon vicino,
84                              Cosi appara.