Pagina:Dubbi amorosi.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(11)
RISOLUZIONE X.


    Alla legge Cornelia de sicarj
Nel codice, così il testo ragiona:
Che quelli non sian detti micidiarj
Ch’amazzan con il cazzo una persona,
Per casi fortuiti e straordinarj.
Onde quei, che col cazzo morte dona
Non commette omicidio, ed il meschino
In conseguenza non e un assasino.


RISOLUZIONE XI.


     Non avrà nulla il fisco in questo affare
Per la legge si miles del defunto,
Digesto de adulteriis ubi dare,
Sottilmente si tratta questo punto,
Qual vuol che se la moglie cavalcare
Dal marito e da più si fà in un punto,
Quel che ne nasce si presume in pria
Del marito figliol che d’altri sia.


RISOLUZIONE XII.


     A ventitrè propria questione ottava,
Nel capitolo accedit già fu detto,
Che in delictis s’attende, se sia prava
L’intenzione, o sia per buon rispetto,
Onde costui, che la cognata chiava
Sol per guarirla, e non per altro effetto,
Se miri alfin la causa come deve
Non sarà incesto, ma peccato lieve.