Pagina:Francesco Ambrosi, Trento e il suo circondario descritti al viaggiatore, 1881.djvu/168

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
142 Distretto di Mezzolombardo


Tuenno (648 m. — 1432 ab.): ameno paesello posto alla sinistra della Tresenga che nasce dal laghetto di Tovel sulla strada principale che mena a Cles, sede del Distretto capitanale del suo nome, a cui Tuenno appartiene. Si discosta da Mezzolombardo 4 ore di cammino; e un tempo avea proprio castello, il quale fu distrutto insieme con Sant’Ippolito e Altaguarda (1407) dagli abitanti della valle di Non insorti contro i ministri del Principe Vescovo di Trento — Da questo paesello alla Cima del Peller occorrono circa 9 ore di cammino, e vi si va prendendo la via che mena al laghetto di Tovel (1165 m.), al quale si giunge per comoda strada in circa tre ore. Colà è la casetta dei Conti Firmian, a cui spetta la pesca del lago, la quale può dare alloggio a 15 persone, e può servire all’alpinista in ogni tempo, chiedendone la chiave al Comune di Tuenno. Di là in 2 ore si monta alla Malga Tuenna; vasto fabbricato con due camere a letti, aperto nella stagione, estiva quand’è il bestiame, e prima e dopo servibile per chi ottiene la chiave dal Comune predetto. — Da questa cascina per l’alpe Val Formiga (2393 m.), e i pascoli della Nanna (2199 m.) si giunge alla cascina Tassulla, impiegando 3 ore, e alla Cima del Peller coll’aggiunta, come fu detto, di un’altra ora e mezzo. — Tenendo poi a sinistra la Torcola si giunge in un’ora circa alla Malga di Cles; altro comodo alloggio per sei persone nella stanza del conduttore della cascina, ed altro luogo che dà bella vista, prospettando di là, verso tramontana, quasi tutta la bella valle di Rabbi. Dalla Clesa in tre ore si discende comodamente a Malè, in