Pagina:Garzoni - La Piazza Universale - 1593.djvu/112

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
72 piazza.

et è fortezza inespugnabile, hebber principio da Santio terzo Re di Navarra, overo di Toledo, secondo altri. Fanno professione come fanno i Cistercensi, usano vestimẽto nero con una croce rossa nel petto, la quale è fatta ne gli capi d'essa a' modo di gigli. Papa Alessãdro terzo fu il primo che confermasse questo ordine, mettendolo sotto l'ordine Cisterciense, et Papa Benedetto terzodecimo li diede la croce l'anno 1390.
[Cavalieri d'Alcantara.] I Cavalieri d'Alcantara di Spagna fan professione secondo l'ordine Cisterciense, e son derivati da un Cavaliero di quei di Calatrava, e però è più nobile l'ordine di Calatrava. Hanno il maggior convento nella Castiglia, vicino alla città d'Alcantara, e son tutti nobilissimi. Perpetuo Commendatore di quest'ordine è il Rè di Spagna. Portano la croce verde nel petto a' modo di gigli.
[Cavalieri di S. Mauritio, e Lazaro. Gregorio Nazianzeno.] I Cavalieri di S. Mauritio et Lazaro sono più antichi di tutti, havendo principiato fino al tempo del gran Basilio, come Gregorio Nazianzeno fa chiaro nella Vita del gran Basilio, et come testificano due bolle, l'una di Pio Quarto, et l'altra di Pio Quinto. fu questo ordine aumentato, et illustrato molto dal sommo Pontefice Damaso primo, et ciò fu fino al tempo di Giuliano Apostata, circa gli anni del Signore 366. Sono stati morti per l'ingiuria de' tempi molti anni, ma per opra di Pio Quarto son stati all'ultimo suscitati del 1565. Creando gran Maestro di questa Religione l'Illustre Signore Giannotto Castiglione; et dopo la morte di lui, fu creato da Gregorio terzodecimo gran Maestro il serenissimo Duca di Savoia. Portano hora una croce verde con una crocetta bianca in mezzo della verde, con due orletti, uno bianco, et l'altro verde. Hanno titolo di Don tale, sì come quei di Malta l'hanno di Fiera tale. I [Cavalieri di S. Stefano.]Cavalieri di San Stefano Papa hebber principio l'anno 1561 dal Sereniss. Duca Cosmo de' Medici, con licenza del Pontefice Pio quarto amilitano sotto la regola di S.Benedetto; e portano una croce di color rosso nel lato sinistro, Il gran Maestro loro dimora nella Città di Pisa. I [Cavalieri da la banda di Spagna.]Cavalieri della banda di Spagna furono instituiti dal Re Alfonso figliuolo che fu del Re Ferdinando, et della Regina Costanza, l'anno 1368. portano addosso una bãda rossa larga tre dita; e tutti sono Nobilissimi. [Cavalieri di San Michele.] I Cavalieri dell'ordine di S.Michele portano una collana d'oro al collo; et furono instituiti da Lodovico XI Re di Francia. Oltra questi ci son quei del Tosone dell'Imperatore, quei della Nonciata, [Cavalieri del Tosone, della Nỡciata, della Stella, della tavola rotonda, della Galtiera.]quei della Stella, quei della tavola rotonda, quei della Galtiera d'Inghiltera, quei che si fanno in Bologna per privilegio, in Roma per denari, et quei a' speroni d'oro da Prẽcipi diversi, de quali non parlo più avanti, solo dicendo questo, che a tutti si convengono le conditioni de gentil'huomini, et delle persone Nobili, secondo che nel discorso de Nobilisti posto habbiamo. [De prelati.] Ma distinguendosi i Religiosi in Prelati, et sudditi, è dovero ch'io discorra avanti de' Prelati. Al discorso