Pagina:Giulia Turco Turcati Lazzari - Il piccolo focolare, 1921.djvu/166

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 156 -


88. Pastine di pasta frolla. — Calcolate metà peso di burro della farina (a Roma si prende un quarto di burro, un quarto di strutto fino e due quarti di farina) e per 400 gr. di farina e 200 gr. di grasso 4 rossi o due ova intere e un po' d' acqua, aggiungetevi il sale necessario, un po’ di scorza trita di limone, se vi piace anche un po’ di cannella. Intridete e impastate in fretta ogni cosa sulla spianatoia, procedete quindi come nella precedente ricetta senza omettere i granelli di zucchero che sono indispensabili, mancando questo elemento nel pastone.

Prima di stendere la sfoglia potete lasciarlo riposare ben coperto in luogo fresco.


Meglio un ovo oggi che una gallina domani.


89. Biscottini. — Pesate le ova e mettete sulla bilancia un egual peso di zucchero e altrettanta farina. Lavorate poi le ova collo zucchero e in seguito colla farina; quando il composto è omogeneo e liscio, unitevi quanto sta sulla punta di un coltello di carbonato d’ammoniaca in polvere (comperatela in farmacia, badate che sia forte, e non crucciatevi per l'odore che svanisce), versatelo subito in una tegghia o tortiera unta e infarinata, cuocetelo a forno caldo, ma non troppo ardito e, sformato che sia, tagliatelo a listarelle o a quadratini. Potete dare a questi biscottini l’odore di vaniglia o di spezie a piacimento, essi gradiscono anche gli anici di Puglia.

90. Zabaione. — Mettete in una padellina un rosso d’ovo con un cucchiaio di zucchero finissimo, aggiungetevi mezzo guscio d’ovo d’acqua e mezzo di vino bianco buono, sbattete a fuoco dolcissimo il composto con una forchetta, con un battichiare o col fuscello di vimini finché cresce di volume facendosi schiumoso. Bollire non deve mai, anzi alla prima bolla si ritira dal fuoco e si sbatte un pochino a freddo. Dosi per una persona. Si può aggiungervi da ultimo la chiara a neve, come si può adoperare l’ovo intero aumentandola quantità dello zucchero, ma se si tratta di qualche ammalato, i primo sistema è preferibile.

91. Una chicchera di crema per un bambino o per un vecchio. — Dimenate un rosso d’ovo nella padella, come sopra, con un cucchiaio colmo di zucchero e con un cucchiaino di farina fina,