Pagina:Gli antichi statuti municipali di Montevarchi.djvu/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


regolarmente approvate e quelle stabilite da statuti o riforme.

I così detti Castaldoni, in numero di due, vigilavano alla buona manutenzione delle vie, ponti e fossi del comune e avevano certe attribuzioni riguardanti i venditori di pane del mercato.

Due pure erano gli ufficiali destinati a riscuotere le imposte e le condanne registrate nel registro del comune a ciò destinato: specie di esattori che versavano poi il denaro nella cassa del camarlingo generale, riservando un aggio in compenso delle loro fatiche.

I pesatori del sale erano due, e due i massari e camarlinghi del comune. Vi erano anche gli allogatori della nave, forse quella che passava l' Arno in faccia a terranuova.; ma l' imborsagione per questo ufficio fu tolta per consenso degli statutari del 1386, dopo un colloquio avuto con diversi terrazzani.

Gli ufficiali della lira (offitiales librae) ossia delle imposizioni erano quattro. Quattro pure erano i dirizzatori o conservatori del comune, che avevano l' incarico di una speciale vigilanza sugli artigiani della terra e sulle vendite che questi facevano.

Otto erano i sindaci, ossia i revisori dei conti e dell' operato del potestà, del camarlingo generale e del camarlingo della Compagnia del Latte.