Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/121

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


i grani si rac¬ còlgono una volta l’anno, o a certe distanze, e che si con¬ sumano alla giornata: tra l’un raccolto e l’altro*1 ci debbé dunque esser grano più o meno: se non ce ne fosse as¬ solutamente, non si parlerebbe più di stentare, ma di morire, e tutti, e in pochi giorni. Se poi dicendo: — il grano c’é, — s’intende (come s’intende) che ne esista una quantità eguale al consumo ordinario, proporzionata al bisogno,2 o al desi¬ derio della popolazione ; come mai una tal cosa si afferma senza 3 conoscere, senza poter conoscere, senza cercar di co¬ noscere * il fatto su cui si forma il giudizio: la quantità del grano esistente? Eppure * un fatto, che con le più minute'1 indagini, coi calcoli più scrupolosi, con l’esame il più freddo non si conosce mai con precisione,7 è continuamente affer¬ mato con sicurezza, senza s indagini, senza calcoli, senza esame : un fatto, che " appena si può conoscere1" approssima¬ tivamente 11 per gli indizj del prezzo, della ricerca, della di¬ stribuzione, del consumo, si afferma12 assolutamente contra13 la testimonianza di tutti questi indizj. 14L’altra stortura, conseguente da questa, e pur madornale, è nel supporre che il ir’ male sia 10 il caro prezzo del grano ; mentre questo non è che un effetto del male17 vero:18 la spro¬ porzione tra il grano e il bisogno; è un effetto, e un do¬ si parlerebbe più di stentare, ma di morire tutti in pochi giorni. [I grani si raccolgono] (lacuna) Ognun sa che [il grano] i grani si rac¬ colgono una volta l’anno, o a [tempi] certe distanze, e che si consu¬ mano alla giornata ; è quindi necessario che — 1 vi —2 alla popola — 3 [cono] aver conosciuto — 1 la quantità di grano esistente, — 6 una — ricerche — 7 si afferma —8 calcoli, senza — u non ap — 10 anche — 11 [che | per mezzo d | l’osservazione di] per le sue conseguenze, —12 contra tutte le indagini | tutta — 13 tutta — 14 L’as — ,r’ vero — lfl il ca — *7 veramente — 18 Segno di richiamo, e a margine, in penna : « direi se è lecito farla da arrogante : - la sproporzione tra il grano e il bisogno. Il [rincaramento] caro prezzo è un doloroso,