Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


deplorabile, funesto, acerbo (accumulate quanti epiteti porrete, non saranno mai troppi : ma il sostantivo [sarà] è: rimedio). II caro prezzo è un rimedio — fino alle parole - la scarsa e mancante vittovaglia. Se una forza qualunque potesse illudere fino alla fine, addormentare tutti i terrori, tutte le cupidigie, tutte le previdenze, di modo che in un anno gene¬ ralmente scarso il prezzo rimanesse basso come negli anni abbon¬ danti, che ne avverrebbe? Finché grano vi fosse, il consumo sarebbe uguale a quello degli anni abbondanti, si vivrebbe lietamente e a discrezione per qualche tempo. Poi all'ultimo si morrebbe di fame, 4è8 GLI SPOSI PROMESSI loroso, deplorabile, funesto, acerbo 1 (accumulate quanti epi¬ teti vorrete; non saranno mai troppi); ma il sostantivo è: ri¬ medio. Il caro prezzo è un rimedio, considerato parzial¬ mente per un territorio, perché vi attrae il grano dai paesi dove è meno scarso, e quindi * a minor costo : è un rimedio considerato generalmente, perché, forzando pur troppo 3 mi- gliaja d’uomini a diffalcare una parte del consumo ordi¬ nario, 4 è cagione che si risparmj, si distribuisca per tutto l’anno fino al raccolto 5 la scarsa e mancante c vittovaglia. Se una 7 forza qualunque potesse 8 illudere, addormentare1' fino alla fine tutti i terrori, tutte le cupidigie,1" di modo che in un anno scarso generalmente, il prezzo 11 rimanesse basso come negli anni abbondanti,12 ne avverrebbe certamente che rj il consumo, 14 fin che grano vi fosse, sarebbe eguale a quello degli anni abbondanti :15 si viverebbe lietamente' a discre¬ zione per qualche tempo: e l’ultimo 18 effetto di questo 17 terribile beneficio ..sarebbe di 18 fare sparire tutta la provvi¬ gione 19 qualche mese prima del raccolto. Il linguaggio di coloro, che*" hanno ben fitte in testa'1 que¬ ste due storture, è accetto al popolo che patisce; e la cosa è troppo naturale : ** non riconoscendo il male nella 2:1 natura delle cose, attribuendolo tutto alla perversità 24 umana, essi mostrano nello stesso tempo una compassione, che pare più sincera per chi soffre, un grande orrore per chi fa soffrire, e fanno sempre intravedere la possibilità d’un rimedio pronto ed assoluto. Ma quegli, i quali veggono chiaramente la realtà del male, non hanno cose gradite da dire a chi lo sopporta ;21 poiché,2® chi dopo d’aver suggeriti 21 alcuni rimedj per mi¬ norare il male, confessa che molto è senza rimedio, e rac- perché tutta la provvisione sarebbe stata consunta qualche mese prima del nuovo raccolto. -» — 1 dite quanti epitet — 2 meno d — 3 la classe più numerosa a [scemare] diffalcare — 1 conserva —■ 5 quella — 11 porzione di — 7 potenza — 8 addorment — 11 fino all’ultimo — 10 far si — 11 non — 12 [quella forza] l'effetto terribile di questo fallace beneficio sarebbe di — 13 gli uomini — 14 sarebbe — 15 e l’ultimo e terri | e I’ — 111 e terribile — 17 fallace — 18 lasciare la po¬ polazione lontana ancor dal raccolto senza un — ,,J pri — 20 sono per¬ so | si — 21 Segno di richiamo, e a margine, in penna : « - codeste - s’il vous plait ». — ~ Segno di richiamo, e a margine, in penna: «. punto fer¬ mo». — 53 naturale — 24 di alcuni, essi — poiché è difficile far cre¬ dere — -n chi raccomanda — chi raccomanda