Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/144

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


510 GLI SPOSI PROMESSI stre, come quando il tempo imperversa, e comincia a cade la gragnuola ; ' e. intanto si2 sente l’ululato orribile della moltitudine, che vuole entrare, e i colpi che già si danno alla porta. « Il Vicario ! il tiranno ! lo vogliamo, vivo morto !» Il3 Vicario errava di stanza in istanza, raccomandandosi a Dio e ai suoi servitori che tenessero fermo, che tro¬ vassero modo di farlo scappare; ma la casa era cinta da tutte le parti. Il poveruomo sali sul solajo, e da un bugi- gatto del muro tra la soffitta e il tetto 4 guatò ansiosamente nella via,5 e la vide stivata, fitta di nemici ; udì le grida e le minacce, e si ritirò tremante e quasi fuor di sé nell’an¬ golo il più riposto, che potè rinvenire." Ivi, rannicchiato 7 e tremante,8 porgeva l’orecchio, e quando poi udiva 5 i colpi violenti nella porta, lo turava10 spaventato, poi come fuori di sé, stringendo i denti, e, raggrinzando tutta la faccia, ten¬ deva con impeto le braccia e i pugni come 11 se'volesse tener ferma la porta contro gli urti, poi si dava per dispe¬ rato ed aspettava la morte. Gli passavano per la mente 18 gl’impegni che aveva fatti per1- giungere a quell’uficio, la consolazione che aveva provata nel giungervi; e malediceva di cuore tutti quei pensieri antichi. Finalmente11 stette tran¬ quillo e come istupidito. Intanto al di fuori11 altri percuoteva le imposte della porta, con travi;10 altri 17 era andato in cerca di scarpelli e di mar¬ telli, e dava colpi in regola nel muro, per aprirvi18 una brec¬ cia; altri 1(1 lanciava sassi alle finestre; altri con le pale con¬ quistate ai forni ne stuzzicava 80 le imposte per aprirle:81 grida orrende accompagnavano tutte queste operazioni. Que¬ gli stessi però che con le grida, le incoraggiavano e le ap¬ plaudivano, 88 in fatto vi ponevano ritardo83 con la pressa delle persone, non lasciando agio al giuoco delle leve e degli arieti:84 per buona sorte accadeva questa volta, nel male, 1 ma nella casa benché —2 comin —:I povero — 4 guardò —& cadde —6 aspettando | Ivi ranni — 7 stava aspettando —8 tendeva — p un colpo — 10 , poi — 11 per —12 la cons — 13 èssere vi — u rimase — 15 si percotevano — 10 , con martelli — 17 con — 18 [una] un uscio —,l* con pale — 2ft A margine, in penna: «- stuzzicava-», non mi piace forse per colpa mia, mi sembra meno male - tentava - . — 21 altri come — 22 le ritardavano con — 23 e impedimento con la loro pressa, occupando il luogo e calcando — 84 ed è una consolazione di pensare CAPIT